facebook rss

Curva Sud “Del Duca”:
delibera in Consiglio
per la demolizione, poi la ricostruzione

ASCOLI - Prevista una spesa di 280.000 euro. I tifosi verranno trasferiti nella nuova Tribuna Est "Carlo Mazzone", ma vogliono tornare al più presto nella loro "casa". Si rapre il dibattito sull'opportunità dell'intervento

La Curva Sud dello stadio “Del Duca” intitolata a Costantino Rozzi (Foto Vagnoni)

di Franco De Marco

Scatta la procedura per la demolizione della Curva Sud dello stadio “Cino e Lillo Del Duca”. Spesa 280.000 euro a carico del Comune. Poi si dovrà pensare alla ricostruzione ma questa pratica è ancora da definire.

Martedì prossimo 30, alle ore 16, si riunisce il Consiglio comunale, ultima seduta prima della pausa estiva, con all’ordine del giorno solamente due punti di carattere prettamente finanziario: 1) Approvazione del rendiconto della gestione per l’esercizio finanziario 2018 e 2) Salvaguardia degli equilibri di bilancio con variazione al bilancio 2019-2021di assestamento. Relatore, in entrambi i casi, il neo assessore comunale al bilancio Dario Corradetti.

L’assessore Dario Corradetti (Foto Vagnoni)

La posta più significativa appare la spesa di 280.000 euro per la demolizione della Curva Sud – intitolata a Costantino Rozzi – come noto inagibile a seguito dei colpi del terremoto e sostituita, per circa due anni e mezzo, da una struttura mobile modulare ci circa 3.000 posti rimossa di recente. Il cantiere dovrebbe aprire nel giro di qualche mese. I tifosi che frequentano solitamente la Curva Sud saranno provvisoriamente trasferiti nella nuova Tribuna Est, intitolata a Carlo Mazzone, i cui lavori, da poco conclusi, hanno suscitato non poche polemiche per l’alto costo e anche per i tempi lunghi. Auguriamoci che per la Curva Sud non avvenga lo stesso. Anche se esiste la possibilità di utilizzare i fondi del terremoto, la ricostruzione della Curva Sud è destinata a riaprire il dibattito sull’opportunità o meno di tale opera considerando che lo stadio “Cino e Lillo Del Duca”, così com’è oggi, dopo la messa in sicurezza e il restyling delle due tribune coperte est e ovest, è comunque in grado di ospitare il pubblico almeno della Serie B.

La Tribuna Est intitolata a Carlo Mazzone

La pratica per la Curva Sud è stata avviata dalla precedente Amministrazione guidata dall’ex sindaco Guido Castelli. Ora, come detto, il Consiglio comunale è chiamato a rendere operativa la demolizione. Tocca però alla nuova definire tutto il quadro operativo per il prosieguo. Successivamente si penserà alla ricostruzione fortemente richiesta dalla tifoseria essendo la Curva Sud non solo un mero contenitore di pubblico, ma un simbolo dell’attaccamento ai colori bianconeri. Anche la società vuole dare al più presto una “casa” ai tifosi della Curva Sud.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X