facebook rss

Autonomie locali, Castelli
responsabile nazionale
per Fratelli d’Italia

ASCOLI - A pochi giorni dal suo passaggio al partito presieduto da Giorgia Meloni. «Valorizziamo il patriottismo comunale». L'ex primo cittadino di Ascoli è anche presidente della Fondazione Ifel, struttura dell'Anci

Guido Castelli al Caffè Meletti con Giorgia Meloni e Marco Fioravanti nel corso del blitz ascolano della presidente di Fratelli d’Italia

La “promozione”, per l’ex sindaco di Ascoli Guido Castelli, era già in scaletta al momento della formalizzazione del suo passaggio a Fratelli d’Italia da Forza Italia. Oggi il presidente nazionale di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, ha nominato Guido Castelli responsabile nazionale del Coordinamento Autonomie Locali del partito. Per dieci anni sindaco di Ascoli, prima consigliere provinciale e regionale, oggi Castelli è anche presidente della Fondazione Ifel, la struttura dell’Anci al servizio dei Comuni per la consulenza e la formazione sui temi della finanza locale.

«Ringrazio Giorgia Meloni per la fiducia – le parole di Castelli – conto sul contributo e sulla collaborazione essenziale dei tanti capaci e competenti amministratori locali di Fratelli d’Italia. Non solo i sindaci di alcune grandi città come Catania, Cagliari, L’Aquila, Pistoia, Pordenone e la stessa Ascoli, ma anche quelli di decine di località più piccole e di centinaia di consiglieri comunali che si impegnano quotidianamente per rendere le città luoghi migliori dove vivere. Il nostro impegno per rafforzare città, Comuni e province, secondo il principio costituzionale di sussidiarietà, può alimentare un nuovo patriottismo comunale – spiega Castelli – perché il senso di appartenenza alla Patria comune deve rinascere proprio dal municipalismo operoso che è parte integrante della storia del Paese».

La sede della Regione Marche

Questa “promozione” sul campo, dunque, dà una più ampia rilevanza e visibilità al ruolo di Castelli all’interno di Fratelli d’Italia. E rafforza l’ipotesi di una sua candidatura a presidente della Regione Marche, in vista delle elezioni del 2020,  all’interno della coalizione di centrodestra qualunque essa sarà cioè se tra Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia o solo tra Lega e Fratelli d’Italia. E’ un fatto che Castelli si sta muovendo in tutta la regione e se, come appare molto probabile, a Fratelli d’Italia sarà assegnata la candidatura, il partito di Giorgia Meloni ha pronto il nome ritenuto giusto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X