facebook rss

Rubano un borsello nello chalet,
arrestati mentre si dividono il bottino

SAN BENEDETTO - Ai domiciliari un 50enne e un 30enne che avevano appena commesso il furto in uno chalet approfittando di un momento di disattenzione del proprietario. I Carabinieri hanno visionato le immagini e li hanno beccati nascosti dietro a una siepe

Un cinquantenne e un trentenne, entrambi di San Benedetto, sono stati arrestati dai Carabinieri mentre, nascosti dietro una siepe, stavano dividendosi il bottino del colpo appena messo a segno. Avevano infatti rubato un borsello che un turista aveva lasciato incustodito in uno chalet sul lungomare.

Allertato il 112, sul posto è giunta in pochi minuti una pattuglia dei Carabinieri del nucleo operativo radiomobile di San Benedetto. I militari hanno visionato le immagini delle telecamere di videosorveglianza ed hanno capito chi erano i responsabili del furto. Non c’è voluto molto a scoprire i due compari i quali ormai pensavano di averla fatta franca essendo entrati in posseso del borsello contenente un telefono cellulare e 300 euro in contanti.

Il borsello è stato restituito al proprietario che non ha nemmeno avito il tempo di denunciarne il furto. I due – il 50enne P.F. e D.R. di 30 anni – sono stati ammanettati e condotti in caserma. Poi, su disposizione del magistrato, sono stati posti ai domiciliari in attesa della decisione della Procura della Repubblica.

 

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X