facebook rss

Ricostruzione, i sottosegretari
Crimi e Villarosa
in visita a Capodacqua

ARQUATA DEL TRONTO - Gli esponenti del Governo hanno visitato la frazione distrutta dal sisma alla presenza degli abitanti e degli esponenti locali dei Cinquestelle. Il senatore Fede: «La burocrazia è un'altra calamità»

 

Missione a Capodacqua, nel cuore del cratere piceno, per Vito Crimi, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alla ricostruzione, e Alessio Villarosa, sottosegretario al Ministero dell’Economia e delle Finanze che hanno incontrato il sindaco di Arquata Aleandro Petrucci, il vicesindaco Michele Franchi e i rappresentanti dell’associazione Capodacqua Viva, accompagnati dai portavoce del M5S del territorio, il senatore Giorgio Fede, il deputato Roberto Cataldi e il consigliere comunale ascolano Massimo Tamburri. «È stato un incontro costruttivo – commenta Fede – molti i temi toccati, a partire dalla comune considerazione che stiamo gestendo due calamità: il sisma di 3 anni fa, e la burocrazia generata dal complesso sistema normativo adottato in precedenza».

«Abbiamo valutato – aggiunge l’onorevole Roberto Cataldi – con sindaco e cittadini la situazione del tutto particolare di alcuni Comuni all’interno del cratere, quasi completamente rasi al suolo come proprio Capodacqua, che richiederebbe un’attenzione e delle regole particolari, la questione ormai imbarazzante delle macerie, della viabilità, dei centri di aggregazione e dei contributi per l’area di crisi per fermare l’emorragia demografica dei territori, e del fatto che ricostruire passa per dettagli burocratici delle procedure preesistenti, che coinvolgono enti e strutture articolate e che stiamo cercando di risolvere, anche attraverso l’analisi dei problemi che viene dall’ascolto dei cittadini che vivono le difficoltà».

I rappresentanti governativi sono stati accompagnati anche a Forca Canapine. «Abbiamo riferito -aggiunge Fede- degli ultimi provvedimenti, come lo sblocca cantieri che ha semplificato alcuni passaggi e delle azioni in corso di attuazione per facilitare la risoluzione dei problemi. Il nostro impegno per il territorio continua senza sosta, con pazienza e determinazione. Servono confronto, ascolto, analisi e proposte per concretizzare nuove soluzioni per le complesse situazioni da gestire».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X