facebook rss

Ascoli, Carpani va al Fano in prestito:
decisione sofferta ma ormai inevitabile

SERIE B - L'interno ascolano passa al club partner dove sarà titolare e forse anche capitano. È un arrivederci, non un addio. Ultimatum della Reggina a Laverone

Baldini e Carpani durante il test precampionato contro l’Atletico Ascoli: il secondo passa al Fano, il primo pitrebbe seguirlo

di Bruno Ferretti

Gianluca Carpani al Fano. Il centrocampista ascolano, dopo lunga riflessione, ha preso la decisione. Meglio essere titolare (forse anche capitano) in Serie C che scaldare la panchina in B. É atteso nelle prossime ore l’annuncio del passaggio al club granata in prestito. Per Gianluca non è stata una scelta facile. Tutt’altro. Una scelta sofferta. Lasciare la squadra della propria città, quella per la quale ha tifato fin da bambino, non è piacevole. Ma c’è un aspetto professionale da considerare.  E preservare. Nel nuovo Ascoli c’è abbondanza di centrocampisti, ben sette, e lo spazio é davvero minimo visto che Zanetti ne schiera tre.
In maglia bianconera Carpani ha disputato due campionati di C e tre di B collezionando 116 presenze con 11 gol. Nel girone di ritorno della passata stagione, dopo l’operazione al ginocchio, é andato in prestito al Rieti (13 partite), poi é rientrato ad Ascoli dove sperava di potersi giocare le sue carte. Sabato ha seguito la partita di Coppa contro la Pro Vercelli malinconicamente seduto in tribuna con la moglie Michela (si sono sposati a giugno).
Gianluca, che compirà 26 anni a fine mese, lascia l’Ascoli a testa alta: in campo ha dato sempre tutto, con generosità, dimostrando un formidabile attaccamento alla maglia. Siamo convinti che il suo é un arrivederci, non un addio.
A Fano ritroverà tanti amici come Parlati, Paolini, Said, Diop, Sarli, Ricciardi, l’allenatore Gaetano Fontana e il dg Simone Bernardini, ascolano come lui. Alla lista sta per aggiungersi Tassi, forse seguiranno Baldini e Venditti. Insomma una vera e proprio colonia di ex bianconeri grazie al patto di collaborazione tecnica.

LA REGGINA ASPETTA LAVERONE – Una sorta di ultimatum della Reggina a Laverone (30 anni), invitato a dare una risposta definitiva. Se sarà negativa punterà il suo interesse su altri terzini. La società calabrese vorrebbe Laverone che ha prolungato di un anno il contratto con l’Ascoli ma non è incedibile. Se Laverone accetterà la proposta, l’Ascoli tratterà la cessione con la Reggina e stringerà i tempi per ingaggiare Pucino, liberato dalla Salernitana. L’ alternativa é De Col dello Spezia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X