facebook rss

“Ferragosto Ok”: non è il remake
del film ma il pienone sulle spiagge

RIVIERA - Residenti, vacanzieri e gli habituè del mordi e fuggi hanno preso d'assalto San Benedetto e Grottammare. Per operatori del commercio e del turismo un 15 agosto da sfregarsi le mani. L'imprevisto dello spurgo sul lungomare

La spiaggia di San Benedetto…..

di Marco Braccetti

Prendendo in prestito il titolo del film con Sabrina Salerno girato proprio a San Benedetto negli Anni ’80, possiamo dire che quello 2019 è davvero un “Ferragosto Ok”. Con gli habitué del “mordi e fuggi” balneare provenienti dall’hinterland e dalle province vicine che si sommano ai turisti arrivati da ancor più lontano.

In mattinata, lungo la costa spirava una significativa brezza. Il vento ha azzerato la sensazione d’afa (alle ore 10.30 la temperatura s’attestava sotto i 27 gradi) ma ha causato anche un deciso aumento del moto ondoso. Così, i baywatch hanno dovuto issare la “bandiera rossa”: condizioni marine pericolose. Dunque la corsa verso l’acqua è stata un po’ limitata da questo fattore.

….. e quella di Grottammare

Ad ogni buon conto, gli addetti ai lavori del comparto accoglienza sono pronti per gli ultimi fuochi prima di settembre, quando inevitabilmente calerà la presenza di villeggianti lungo la costa. Intanto, però, ci si gode questo periodo. «La settimana di ferragosto gli hotel della riviera sono al completo, ma tutta la stagione ha avuto un calo di almeno del 10%» commenta Filippo Olivieri: titolare dell’Hotel Parco dei Principi di Grottammare e assessore sambenedettese alle Attività produttive.

Per molti la festa del 15 Agosto è il proseguo del grande happening del giorno prima. In tanti, infatti, soprattutto tra i più giovani, hanno trascorso la vigilia di Ferragosto in giro tra i locali del divertimento by night, per poi guardare il sole spuntare dal mare. Un mare che continua ad offrire tante chances di divertimento. E porti pazienza chi generalmente frequenta l’arenile alla ricerca del riposo assoluto. Siamo, infatti, nel giorno degli scherzi e dei famigerati gavettoni. Ma in questa giornata di festa c’è anche chi lavora e lo fa col sorriso sulle labbra. Un sorriso a 32 denti, quello degli operatori balneari che, finalmente, dopo tanti tentennamenti vedono il litorale traboccante di persone.

SPURGO IMPREVISTO – All’altezza del sottopasso di via Virgilio, sul lungomare di San Benedetto, è stata una mattina di Ferragosto dai profumi davvero particolari. A quello del pesce fritto e del pesce arrosto che ristoranti, ristorantini e chalet vari stavano preparando in vista del pienone, e con i posti tutti prenotati da giorni, si è aggiunto – prevalendo su tutti – quello relativo a un’operazione di spurgo compiuta presso uno chalet, che è andata avanti dalle ore 8,30 alle 10. E’ stata sicuramente un’emergenza, altrimenti sarebbe stato più opportuno intervenire magari all’alba, quando il lungomare è ancora deserto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X