facebook rss

Maltrattamenti in famiglia:
non doveva avvicinarsi a casa ma lo fa:
arrestato dai Carabinieri

MONTEPRANDONE - Di nuovi nei guai l'uomo di 42 anni che doveva rispettare l'obbligo impostogli dal Tribunale di Ascoli. I militari dell'Arma della locale Stazione lo hanno pizzicato più volte, e alla fine è arrivato un nuovo provvedimento nei suoi confronti che lo ha portato dietro le sbarre del carcere di Marino del Tronto

Di nuovo, purtroppo, alla ribalta della cronaca Monteprandone, ex piccolo centro della vallata del Tronto a ridosso della riviera diventato ora uno dei Comuni più popolosi del Piceno, soprattutto dopo il boom registrato negli ultimi anni nella frazione di Centobuchi.

La caserma dei Carabinieri di Monteprandone

E’ infatti finito di nuovo nei guai il 42enne il quale non riesce proprio a rispettare il divieto di avvicinarsi al proprio nucleo familiare, nonostante denunce e arresti. E sono proprio i reati di “maltrattamenti in famiglia” e “evasione” ad averlo riportato ora dietro le sbarre del carcere ascolano di Marino del Tronto. Ad accompagnarlo, ancora una volta, i Carabinieri della Stazione di Monteprandone che ovviamente tengono sotto controllo lui, i familiari e l’abitazione dove questi ultimi vivono. C’è un divieto emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ascoli che vieta al 42enne di avvicinarsi alla casa, ma negli ultimi tempi sembvra che, imperterrito, abbia continuato a farlo.

A questo punto ai militari dell’Arma non è rimasto che chiedere al Tribunale una misura cautelare più restrittiva. Ecco allora che è stato disposto il suo arresto con conseguente traduzione in carcere. Ai Carabinieri non c’è voluto molto per rintracciarlo e condurlo al Marino.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X