facebook rss

Zanetti: «Ne ho cambiati 7 su 11»
Il bomber Scamacca: «Me ne tengo
qualcuno per il campionato»

SERIE B - L'allenatore dell’Ascoli a fine gara: «Quando abbiamo dalla nostra la precisione siamo pericolosissimi. Questa squadra può dare di più». Terreno di gioco in condizioni precarie: i lavori inizieranno dopo la prima di campionato

Mister Zanetti nella sala stampa del “Del Duca” al termine di Ascoli-Trapani

di Claudio Romanucci

Mister Paolo Zanetti guarda al campionato. Rimarcando che certe differenze col Trapani annunciate alla vigilia della Coppa non sono poi emerse in campo: «Il calcio sulla carta non esiste, il Trapani gioca bene – le sue parole – e lo fa con determinanti elementi da diverso tempo e crea grattacapi. Noi giochiamo ancora a fasi, abbiamo sbagliato diversi ultimi passaggi determinanti. Quando abbiamo dalla nostra la precisione siamo pericolosissimi. Va anche detto che oggi ho cambiato sette giocatori su undici. Certi meccanismi, quando si cambia tanto, non è facile assorbirli. Ho cercato di dare minutaggio a chi ha giocato meno, credo di avere in mano un buon gruppo che ci crede, più forte di quello sta dimostrando adesso». Sui nuovi: «Ferigra molto bene, è un giocatore del ’99 di grande prospettiva – conclude il mister – l’attacco proposto è chiaramente con caratteristiche diverse da quello classico. Noi eravamo molto insidiosi nelle transizioni».

Microfoni a Scamacca a fine partita

Bomber Gianluca Scamacca conferma il suo feeling col gol: «Me ne tengo qualcuno per il campionato – scherza – oggi era la prima volta che giocavamo con quell’assetto li davanti e ci può stare che alcuni meccanismi non sono ancora ottimali».

Chiusura con Erick Ferigra: «Ho cercato di fare il massimo, c’era la voglia di prendere ogni pallone. Di solito mi trovo meglio a destra, ho parlato con Valentini e col mister ed è andata bene. Da questo mio primo anno mi aspetto di imparare, le partite verranno con gli allenamenti, cercherò di sfruttare al massimo le opportunità»

LAVORI AL TERRENO DI GIOCO – Il manto verde del “Del Duca” è in brutte condizioni, tra chiazze giallognole e zolle in evidenza e non aiutano di certo il gioco palla a terra di Zanetti. La serie di incontri casalinghi ravvicinati non ha permesso ad agosto la sistemazione che la società ha deciso di effettuare subito dopo la gara di sabato prossimo col Trapani. Ci saranno infatti tre settimane a disposizione tra la gara esterna a Frosinone e la sosta, ma va anche detto che l’intervento di sistemazione si sarebbe potuto tenere nei mesi di giugno o luglio.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X