facebook rss

Mercato, la Samb chiude senza botto
Fusco: «Bene così, testa al campionato»

SERIE C - Il dirigente rossoblù: «Con l’arrivo di Carillo dal Genoa siamo a posto. Abbiamo messo a segno le operazioni che dovevamo fare. Per quanto riguarda il portiere ci orienteremo sugli svincolati». Archiviato il pari con la Triestina, ora l'attenzione è rivolta al derby con la Vis Pesaro di domenica prossima

di Benedetto Marinangeli

Lo aveva preannunciato il presidente Franco Fedeli al termine del match con la Triestina: «Il mercato della Samb è chiuso». E la conferma arriva ora anche dal diesse Pietro Fusco. «Con l’arrivo di Carillo dal Genoa siamo a posto -spiega-. Abbiamo messo a segno le operazioni che dovevamo fare. Per quanto riguarda il portiere ci orienteremo sul mercato degli svincolati e poi vedremo a gennaio le eventuali operazioni da mettere a segno per rinforzare la squadra. Andiamo avanti così e con fiducia».

Il saluto dei tifosi durante il match con la Triestina

Negli ultimi giorni la Viterbese aveva proposto uno scambio tra l’esterno offensivo Pacini e Rocchi. Ma la Samb ha detto no. Anzi, nelle prossime settimane verrà discusso il rinnovo del contratto per il giovane centrocampista rossoblù. Così come è prossimo ad allungarlo anche Alessio Di Massimo che ha iniziato in modo convincente questa stagione.
Chiuso il mercato ora l’attenzione è tutta rivolta al campionato. Fusco, dall’alto della sua esperienza, non si lascia prendere da facili entusiasmi nonostante la buona prova offerta dalla Samb contro la corazzata Triestina. «Sarebbe da sciocchi -analizza- dire di non essere soddisfatti di questa partita. Credo che tutti si siano divertiti ieri allo stadio ma non bisogna dimenticare che siamo solo al secondo incontro stagionale e che bisogna continuare a lavorare sodo».

Frediani, tra i migliori

Nonostante tutto si vede già la mano di Paolo Montero ma anche quella dello stesso Fusco al quale da calciatore la grinta non ha fatto mai difetto. Predicare umiltà è senza dubbio la cosa più giusta. «Sono un inguaribile ottimista -è sempre il diesse rossoblù che parla- ma non dobbiamo fare voli pindarici. Si deve restare tranquilli e sereni ed andare avanti con lo stesso impegno e lo stesso spirito di abnegazione che ci ha contraddistinto sin dal partenza per il ritiro. Ci vorranno almeno sei, sette partite per avere un quando chiaro di tutta la situazione».
E’ stata sicuramente una prestazione che ha evidenziato diverse cose positive. Innanzitutto l’atteggiamento mentale della squadra che non si è mai tirata indietro rispecchiando così il carattere del suo allenatore. E poi, Montero è riuscito già a dare una buona fisionomia di gioco con alcune individualità che si sono fatte notare. Soprattutto a centrocampo con Rocchi e Angiulli e sugli esterni dove Orlando, Di Massimo e Frediani quando è entrato, hanno imperversato in lungo ed in largo. E’ mancato solo il gol. Ma qualcosa c’è ancora da registrare per quanto riguarda i meccanismi difensivi. Per il futuro sarà fondamentale evitare quelle leggerezze che in altre occasioni sarebbe costate caro.
Ed ora l’attenzione generale è rivolta alla trasferta di Pesaro. Un altro derby, con la Samb che ci arriva con la piena consapevolezza dei propri mezzi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X