facebook rss

«Noi con voi», Arquata e i militari
uniti per sempre (Foto)

ARQUATA - Consegnata la cittadinanza onoraria al 6° Reggimento Pionieri impegnato nelle demolizioni post sisma: «Da loro è iniziata la vera ricostruzione». La toccante poesia di Filiberto Caponi

di Renato Pierantozzi

Oltre 470 demolizioni fatte cercando però, ogni volta, di salvaguardare gli effetti personali anche più piccoli delle persone che abitavano in quelle case. Tutta la comunità di Arquata del Tronto e le autorità del Piceno hanno idealmente e materialmente ringraziato il lavoro dei militari del Genio dell’Esercito che da oggi sono cittadini onorari del Comune distrutto dal sisma. La cerimonia si è svolta questa mattina nella frazione di Piedilama dove è stato anche svelato un monumento sotto forma di una pietra dal peso di una tonnellata con gli stemmi del Comune e del “6° Reggimento Pionieri” con su scritto “Noi con voi”. Una scelta non casuale visto che i genieri hanno operato soprattutto nelle frazioni di Piedilama e di Pretare.

La pietra, come ricordato dal sindaco Aleandro Petrucci che ha ringraziato i militari per l’impegno profuso, sarà ben visibile visto che si trova lungo la strada provinciale per Castelluccio. Dopo la cerimonia, ha preso la parola Filiberto Caponi di Pretare, autore della poesia “Divise che uniscono” composta in onore dei soldati, che ha introdotto il testo per poi passarne la lettura alla nipote Danila Pontani suscitando un’inevitabile commozione tra i presenti.

Alla fine anche il comandante del Reggimento, il generale Francesco Bindi, ha voluto prendere con sé il testo autografato dall’autore dichiarando pubblicamente che verrà appeso in bella vista in tutte le caserme d’Italia e citando una frase della poesia che recita “non si può ricostruire senza prima demolire”, ha ringraziato l’intera popolazione per essersi stretta intorno a loro. E proprio nel momento in cui sembra tutto fermo, forse la vera ricostruzione sembra essere partita proprio da questi uomini in divisa, che ormai sono parte integrante della comunità arquatana e del territorio ferito dal sisma.

LA FOTOGALLERY

Arquata, la popolazione ringrazia l’Esercito: «Il nostro cuore è anche il loro»

Arquata, il grande cuore dei militari: un assegno per la ricostruzione

Cittadinanza onoraria al Genio Militare: Arquata ringrazia i soldati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X