facebook rss

Il grido di “Disoccupati Piceni”: «Completamente assenti
anche i nostri parlamentari»

LAVORO - Il gruppo continua a far sentire la propria vice e tira in ballo Luigi Di Maio e Nunzia Catalfo, ex ed attuale ministro del Lavoro. «Serve un Ministero per la ricostruzione economica e sociale del Centro Italia»

Nel corso del suo blitz ad Ascoli, Di Maio ebbe un fugace incontro con i Disoccupati Piceni (Foto Vagnoni)

«L’ex ministro del Lavoro, Luigi Di Maio, ha lasciato senza rispondere alle domande e alle nostre proposte. Lo stesso comportamento tenuto dalla ex presidente della commissione Lavoro del Senato, Nunzia Catalfo, ora nuovo titolare del Ministero del Lavoro». Comincia così l’ennesimo appello-denuncia di “Disoccupati Piceni”. Che continua: «Non s’intravvede nulla di buono per il nostro territorio piegato da anni di crisi economica-sociale. Sono passati 15 mesi, tanti proclami e promesse, ma nulla è cambiato. Anzi, la situazione economica e sociale nel Piceno è sicuramente peggiorata. Abbiamo inviato, più di un anno fa, numerose mail e persino quattro petizioni al presidente della commissione Lavoro del Senato, Catalfo, ma non abbiamo ricevuto nessun riscontro. Centro-Italia, senza una rappresentanza parlamentare forte, aree di crisi in espansione, precarietà, insicurezza economica e incertezza sul futuro, costringono, le nuove generazioni ad abbandonare questo territorio».

Il grido di “Disoccupati Piceni” non finisce qui. «L’ultimo Governo, gli stessi parlamentari eletti nel Piceno e parti sociali – aggiungono – sono stati del tutto assenti, nonostante i problemi sono ben visibili a tutti. Se si voleva dare una cosiddetta svolta, forse si sarebbe dovuto parlare di un nuovo Ministero per il Centro Italia, o meglio per la Ricostruzione economica e sociale del Centro Italia. E invece si parla solo della crisi del Sud. I problemi sono tanti, e ogni giorno che passa le difficoltà diventano sempre più insuperabili per chi è precario o peggio senza un’occupazione. Tuttavia – concludono i “Disoccupati Piceni” – restiamo fiduciosi che qualcosa possa cambiare e si apra finalmente una finestra per affrontare una recessione iniziata nel 2008 e peggiorata con gli eventi sismici del 2016».

Il gruppo “Disoccupati piceni”, sempre pronto a nuove iniziative, continua a restare a disposizione per dare soluzioni. Info: 334.7555410 (whatsapp).


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X