facebook rss

“Genius Loci”,
l’Ensemble Chitarristico Piceno
alla mostra di Marisa Korzeniecki

APPIGNANO - L'Ensemble Chitarristico Piceno è una formazione musicale che riunisce varie generazioni di chitarristi: concertisti e didatti di provata esperienza, giovani concertisti emergenti, giovanissimi studenti scelti fra i più meritevoli  a cui viene offerta la possibilità di finalizzare creativamente il proprio impegno nello studio musicale

Secondo evento per la mostra “Genius Loci” dell’artista Marisa Korzeniecki. Ad accompagnare le opere in esposizione ci sarà l’intervento dell’Ensemble Chitarristico Piceno. Continuano così le iniziative settembrine di Appignano del Tronto, dopo il grande successo dell’apertura della mostra e dell’eco-passeggiata dei Calanchi grigio azzurri.

L’appuntamento è per sabato 21 settembre alle ore 21 presso il teatro SALE. Impegnata nella ricerca visuale fin dagli ultimi anni ’60, dal 1976 al 1987  Marisa Korzeniecki è stata membro del Gruppo Immanentista. Sulla sua opera hanno scritto critici e storici dell’arte, tra i quali: G.C. Argan, Vito Apuleio, Italo Mussa, Bruno Cantarini, Armando Ginesi, Luciano Marucci, Giorgio Ruggeri, Claudio Spadoni.

L’Ensemble Chitarristico Piceno è una formazione musicale che riunisce varie generazioni di chitarristi: concertisti e didatti di provata esperienza, giovani concertisti emergenti, giovanissimi studenti scelti fra i più meritevoli  a cui viene offerta la possibilità di finalizzare creativamente il proprio impegno nello studio musicale. Il fascino di questo ensemble, oltre dalla sua particolare composizione, scaturisce principalmente dalla peculiare sonorità, frutto dell’armonizzazione di molte chitarre classiche: un suono intimo e caldo, capace al tempo stesso di creare forti contrasti espressivi e molteplici riflessi timbrici.

Proprio per questo l’Ensemble è in grado di affrontare un repertorio fortemente diversificato: composizioni originali, musica di derivazione popolare e appropriate trascrizioni tratte dal miglior repertorio della musica colta europea. Dodici le chitarre più il direttore Francesco Albertini e su un brano ci sarà la partecipazione del professor Mauro Baiacchi al flauto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X