Quantcast
facebook rss

Il dono dei Lions: una biblioteca virtuale
per i piccoli pazienti degli ospedali piceni

ASCOLI - L’iniziativa benefica del club presieduto da Cirillo Cappelli nasce nel 2017, dopo il terremoto, con l’intento di dare un segno di vicinanza alla popolazione partendo dai piccoli malati. Attraverso la connessione internet dell’Area Vasta 5 i bambini, insieme ai loro genitori, possono scaricare materiale digitale, ebook, musica, audiolibri e videogiochi direttamente su smartphone, pc e tablet
...

Ermanno Ruffini, Cesare Milani, Michele Rosati e Cirillo Cappelli

di Maria Nerina Galiè

“Papà mi leggi una storia?”, è stata l’immagine di questa bella scena che si consuma nella confortevole cameretta di casa di un bimbo ad ispirare il Lions Club di Ascoli nel donare una biblioteca virtuale al reparto Pediatria dell’Area Vasta 5. L’iniziativa è stata presentata oggi martedì 1 ottobre, nella direzione di Area Vasta 5 dell’ospedale “Mazzoni” di Ascoli, dal direttore Cesare Milani e dal primario dell’Uoc di Pediatria Ermanno Ruffini, affiancati da Michele Rosati, coordinatore infermieristico del reparto.
Una novità, piacevole ed educativa, per dare sollievo ai bimbi malati ed aiutarli a superare il disagio del ricovero in ospedale attraverso la sana abitudine della lettura, e resa possibile dalla sensibilità e generosità del Club Service ascolano, rappresentato all’incontro dal presidente Cirillo Cappelli e da Fernando Manes. «Le associazioni vanno a colmare i vuoti delle istituzioni -dice Manes, allora presidente e promotore del progetto- a soddisfare le esigenze oltre quello che può fare il pubblico. Dopo il terremoto, nel 2017, abbiamo voluto dare un segno di vicinanza alla popolazione e scelto i piccoli pazienti della Pediatria della provincia. Anche sulla scia di quanto i Lions di Giaveno Val Sangone (Torino) avevano fatto per la cardiochirurgia pediatrica del “Molinette” di Torino ed il cui presidente Sandro Sandri ha voluto contribuire al nostro progetto».

«I problemi tecnici ed amministrativi -ammette Cappelli – sono stati tanti. Adesso finalmente in servizio è attivo e le modalità di funzionamento saranno ben chiare su dei manifesti che saranno affissi nei reparti». A gestire il sistema sarà Michele Rosati. «Attraverso la connessione internet dell’Area Vasta 5 -spiega- i bambini, insieme ai loro genitori, possono già scaricare materiale digitale, ebook, musica, audiolibri e videogiochi, tutti controllati e verificati da appositi filtri, direttamente sui loro smartphone, pc e tablet». «Chissà che non ci verrà in mente -scherza Ruffini nel lodare il generoso gesto dei Lions – di disciplinare gli orari di tv e lettura per il bene dei piccoli».

 

 

«Un solo punto nascita per Ascoli e San Benedetto» L’auspicio di Milani e Ruffini

Michele Rosati e Cirillo Cappelli

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X