facebook rss

Rapinatore arrestato dopo il colpo
alla farmacia sul lungomare:
è un 65enne incensurato

SAN BENEDETTO - Z.A. era pedinato da giorni dai poliziotti del locale Commissariato che hanno atteso di beccarlo in flagranza di reato. Presa di mira la "Angelini" dove si è presentato col volto travisato e un revolver poi risultato caricato a salve
Print Friendly, PDF & Email

Una Volante della Polizia di San Benedetto

di Andrea Ferretti

Preso il rapinatore della farmacia. I poliziotti del Commissariato di San Benedetto hanno fatto scattare le manette ai polsi del 65enne Z.A., in flagranza di reato (rapina a mano armata) dopo il colpo alla farmacia Angelini sul lungomare. Ma come hanno fatto? Hanno notato l’uomo che da settimane effettuava “sopralluoghi” nei pressi di farmacie e centri commerciali, luoghi solitamente molto appetibili da chi ha questo genere di intenzioni. Hanno intensificato gli appostamenti e intorno alle ore 15 di lunedì 7 ottobre lo hanno notato mentre si aggirava nella zona compresa tra il lungomare nord, via Abruzzi e via Trento. A quel punto ai poliziotti non c’è voluto molto per capire che l’obiettivo di Z.A., incensurato (particolare che fa riflettere, soprattutto considerata l’età) poteva essere la farmacia Angelini lì a due passi.

E’ scattato il blitz, ed è stata tesa la rete con l’impiego di diverse pattuglie. Agenti in abiti civili si sono appostati per ore, fino alle 18,30, quando l’uomo ha attraversato il lungomare per fiondarsi nella farmacia. E’ entrato con il volto travisato e in mano un revolver intimando alle due farmaciste presenti in quel momento di consegnare l’incasso. Poi è fuggito all’esterno, sul lungomare, in direzione nord. I poliziotti, che non sapevano se si trattava di un’arma vera, per evitare un eventuale conflitto a fuoco che avrebbe potuto mettere in pericolo passanti e automobilisti, lo hanno fatto allontanare e poi l’hanno bloccato e perquisito. Hanno scoperto che la pistola era caricata a salve. Inoltre addosso aveva lo scaldacollo utilizzato per la rapina, modificato con due fori per gli occhi. Z.A. è stato arrestato e la somma rubata restituita alla farmacia. Alla fine il 65enne, proprio perchè incensurato, è stato posto ai domiciliari in attesa su disposizione del magistrato di turno, di fronte alla quale deve comparire per il rito direttissimo.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X