facebook rss

Mamma di 32 anni uccisa a coltellate,
arrestato il compagno dai Carabinieri

NERETO - La tragedia si è consumata nel piccolo centro del Teramano. Allarme lanciato da titolari e colleghi dell'azienda dove la donna lavorava e dove non era tornata dopo la pausa pranzo. Non era andata nemmeno a riprendere la figlia di 6 anni alla fermata dello scuolabus. Il corpo senza vita è stato rinvenuto dai Vigili del fuoco che, chiamati dai militari dell'Arma, hanno forzato la porta dell'appartamento

Una giovane mamma di 32 anni è stata uccisa a coltellate dal compagno. E’ accaduto a Nereto (Teramo) dove il corpo senza vita di Mihaela Roua, di origine rumena, è stato trovato senza vita in casa, in una pozza di sangue, dai Vigili del fuoco che hanno forzato la porta. La 32enne doveva tornare al lavoro dopo la pausa pranzo, ma non si è presentata. I titolari dell’azienda dove lavorava e i colleghi si sono insospettiti e l’hanno cercata. Non solo, ma la donna non si era recata neppure alla fermata dello scuolabus per riprendere la figlia di 6 anni, nel frattempo affidata alla Polizia Municipale di Corropoli. A quel punto sono intervenuti i Carabinieri che si sono recati nella sua abitazione. Ma nessuno ha risposto al campanello. A quel punto i militari dell’Arma hanno chiamato sul posto i Vigili del fuoco che hanno forzato la porta per entrare. Davanti ai loro occhi il corpo, ormai senza vita, di Mihaela. Le testimonianze di alcuni vicini di casa hanno riferito di urla intorno all’ora di pranzo provenienti dall’appartamento dove si era consumata la tragedia. E’ subito scattata la caccia all’uomo, ovvero al compagno della donna, il quale dopo quale ora è stato rintracciato sulla spiaggia di Alba Adriatica dove stava vagando in stato confusionale. Non ha opposto resistenza e i Carabinieri lo hanno condotto in caserma.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X