facebook rss

“La donna che visse due volte”,
Hitchcock torna in sala

ASCOLI - Martedì 19 e mercoledì 20 novembre il capolavoro con James Stewart e Kim Novak sarà al Nuovo CineTeatro Piceno nella sua versione restaurata. Un'opera che ha fatto epoca del maestro del brivido uscita nel lontano 1958

Un locandina d’epoca del film

Il titolo italiano, “La donna che visse due volte” non rende appieno il senso di vertigine e spaesamento che vive il protagonista, un grandissimo James Stewart, afflitto da acrofobia. Non solo dispersione fisica, però. Perchè nel suo capolavoro Alfred Hitchcock, al solito, scandaglia in maniera chirurgica anche i livelli della psiche umana.
Il film uscito nel 1958, considerato tra i migliori di sempre, torna nelle sale nella nuova versione restaurata che sarà proiettata anche al Nuovo CineTeatro Piceno martedì 19 (alle 21,15) e mercoledì 20 ottobre (18,30 e 21,15), proseguendo la lodevole propensione verso le opere imprescindibili della settima arte.
Con Stewart, nei panni dell’avvocato e poliziotto John “Scottie” Ferguson rapito dalla paura dell’altezza, ci sono la bellezza misteriosa di Kim Novak e una serie di colpi di scena degni della miglior tradizione del maestro del brivido. “La donna che visse due volte” è tratto da un libro: si tratta del noir scritto da Pierre Boileau e Thomas Narcejac “D’entre les morts” pubblicato 4 anni prima dell’uscita del film.

Lu. Ca. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X