facebook rss

Massimo Pulcinelli: «Per il Picchio Village
parleremo con Bellini,
Faraotti ci ha dato le quote»

ASCOLI - Il patron dell'Ascoli Calcio: «Per lo stadio abbiamo già avviato contatti con Abodi, presidente del Credito Sportivo». Sulla squadra: «Zanetti? Crediamo in lui, e spero che resti a lungo con noi»

Massimo Pulcinelli e Battista Faraotti: il numero uno di Fainplast ha passato all’Ascoli le sue azioni del “Picchio Village” (Foto Vagnoni)

di Bruno Ferretti

«Dobbiamo fare squadra per crescere insieme». É il concetto espresso e ribadito nel corso del recente convegno al Teatro Filarmonici, da Massimo Pulcinelli, azionista di riferimento dell’Ascoli Calcio con il 90% circa delle quote azionarie. Il patron ha toccato altri importanti temi legati all’Ascoli Calcio, in particolare stadio “Del Duca” e “Picchio Village”.

Il “Picchio Village”, quartier generale bianconero

«Per lo stadio stiamo lavorando. Con il sindaco Marco Fioravanti c‘è la comune volontà di trovare una soluzione. Vogliamo che il Del Duca abbia vita non solo 20 giorni l’anno ma almeno 100 attraverso eventi, attività commerciali e altro -ha detto Pulcinelli- Per il finanziamento abbiamo già sondato la disponibilità del Credito Sportivo attraverso il presidente Abodi e faremo l’operazione».
«Per il Picchio Village intendiamo incontrare l’ex presidente Francesco Bellini, quando tornerà dal Canada, per valutare le sue intenzioni (Bellini detiene il 70% delle quote, ndr). Intanto Battista Faraotti, attraverso la sponsorizzazione, ha ceduto all’Ascoli le sue quote e ora siamo proprietari del 20%. Così mi sembra ma il nostro amministratore Andrea Leo potrà essere più preciso. Il resto (10%, ndr) é di Gianluca Ciccoianni membro del Consiglio d’amministrazione».

Massimo Ubaldi e Massimo Pulcinelli

Passando all’assetto societario Pulcinelli é stato chiaro: «Dopo la nomina del nuovo presidente Carlo Neri al posto di Giuliano Tosti che si è dimesso non prevedo nell’imminenza altre novità. Massimo Ubaldi? C’è un discorso ma é ancora tutto da valutare e decidere. Ho visto intere pagine dedicate a questo tema e sinceramente mi è sembrato eccessivo. Non credo che sia utile per la squadra che può essere distratta dall’impegno primario del campionato. Abbiamo lanciato alle aziende del territorio il messaggio “Crescere insieme” (la convention di venerdì sera al Teatro Filarmonici di Ascoli, ndr), ora aspettiamo di vedere se verrà raccolto. Piccola, media o grande azienda che sia. Non mi piace parlare prima di aver fatto le cose». Concretezza e professionalità sono il credo di Pulcinelli, il sempre più appassionato, ambizioso, patron dell’Ascoli.

Passando infine ad analizzare la sfera tecnica, Pulcinelli ha confermato piena fiducia alla squadra e al tecnico. «Con Zanetti abbiamo avviato un progetto che intendiamo portare avanti. Lui ha un contratto di due anni ma l’auspicio é che possa restare con l’Ascoli anche tre o quattro anni, e più. La squadra saprà certamente superare questo periodo negativo. Qui ad Ascoli, quando arriva una sconfitta si crea una forte pressione, ma sappiamo anche di avere il sostegno di una grande tifoseria».

Lo stadio “Del Duca”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X