facebook rss

Tragedia in mare:
recuperato il cadavere di una donna (Le foto)

CIVITANOVA - Il corpo era in acqua ad una cinquantina di metri dalla scogliera. La vittima non aveva documenti nè telefono. In corso gli accertamenti per identificarla. Non sembra fosse morta da molto tempo. La prima ipotesi è che possa essersi trattato di un gesto volontario. Indagini di Capitaneria e Polizia

 

Il recupero del corpo

di Laura Boccanera

(Foto di Federico De Marco)

Tragedia, oggi sabato 23 novembre, poco prima delle ore 12 a Civitanova Marche (Macerata). Il cadavere di una donna è stato trovato in maree, a est del braccio portuale, a circa 50 metri dalla scogliera. Si tratta di una donna tra i 45 e i 50 anni dai capelli biondi. Non aveva documenti addosso, né il telefono cellulare. A notare il corpo ormai senza vita è stato un passante il quale ha subito avvertito il 118 che è accorso immediatamente allertando contemporaneamente la Capitaneria di Porto che è intervenuta con una motovedetta per il recupero. Il cadavere galleggiava riverso a pancia in giù.

La segnalazione parlava di una donna in acqua alla fine del molo sud, dove la scogliera prosegue dietro il muretto del molo est, quello utilizzato come spazio per i murales. Quando gli uomini della Guardia Costiera, diretta dal tenente di vascello Giuliano Gentilini, anche lui intervenuto sul posto, sono arrivati il vento di scirocco aveva spostato la salma più a nord. Non è ancora possibile sapere per quanto tempo il corpo sia rimasto in acqua, anche se dalla ricognizione cadaverica del medico legale Antonio Tombolini non dovrebbero essere passate molte ore.

La donna non presentava segni evidenti di ferite o lesioni, ma solo una eventuale autopsia può chiarire se abbia riportato danni interni. Al momento l’ipotesi più probabile è che possa essersi trattato di un gesto volontario. Sulla sua identità ancora non si sa niente visto che addosso non aveva nulla.

Capelli biondi, indossava un piumino “Moncler” di colore nero, pantaloni neri e scarpe da tennis. Al dito una fede. La Capitaneria di Porto insieme alla Polizia sta conducendo le indagini per risalire alla sua identità incrociando le denunce di scomparsa presenti al momento in provincia di Macerata.

Ci sarebbe infatti una donna che manca da casa. Per questo si sta cercando di capire se la descrizione possa essere combaciante. Al vaglio anche le immagini della videosorveglianza della zona del porto, per vedere se è transitata in qualche punto coperto dalle telecamere, così da poter ricostruire i suoi ultimi minuti. Questa mattina al porto c’era tanta gente, anche diversi sportivi che facevano jogging e persone a passeggio. Sono intervenuti anche i mezzi del 118 e della Croce Verde, poliziotti del locale Commissariato e della Scientifica, i Carabinieri e agenti della Polizia Municipale. La salma, dopo essere stata recuperata, è stata portata al molo martello e e poi trasportata all’obitorio dell’ospedale.

(ultimo aggiornamento ore 14,25)

A sinistra il medico legale Antonio Tombolini

</


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X