facebook rss

Schianto mortale sulla superstrada
Tremendo frontale
tra due autoarticolati:
muoiono entrambi i camionisti

MONSAMPOLO DEL TRONTO - E' avvenuto questa mattina alle ore 9,40 sull'Ascoli-mare tra gli svincoli di Spinetoli e Monsampolo del Tronto, nel tratto in cui si viaggia a una sola corsia a causa dei lavori in corso. Il 48enne Agron Bakaj, di origine albanese e residente a San Benedetto, è morto sul colpo. L'altro, il 39enne Angelo Lucini di Castignano, è spirato mentre veniva trasportato da "Icaro" ad Ancona. Oltre all'eliambulanza, sul posto anche ambulanze del 118, pattuglie della Polizia Stradale, squadre dei Vigili del fuoco, personale dell'Anas e il Soccorso stradale. Traffico paralizzato, code per diversi chilometri

di Andrea Ferretti

Tragico incidente stradale questa mattina intorno alle ore 9,40 sull’Ascoli-mare tra gli svincoli di Spinetoli e Monsampolo del Tronto (km 22,90, territorio comunale di Monsampolo) nel tratto dove si viaggia su una sola corsia verso Ascoli a causa dei lavori di asfaltatura sulla carreggiata in direzione San Benedetto. Si sono scontrati frontalmente due autoarticolati e l’impatto è stato tremendo. Entrambi i conducenti sono morti. Uno sul colpo, Agron Bakaj albanese di 48 anni residente a San Benedetto. L’altro, il 39enne Angelo Lucini di Castignano, mentre veniva trasportato in eliambulanza all’ospedale regionale Torrette di Ancona.

La notizia è giunta in pochi minuti a Castignano e San Benedetto. Angelo Lucini era di Castignano, dove vivono tutti i suoi familiari. Lascia la moglie e due bambini piccoli. Agron Bakaj lascia anche lui la moglie e due figli adolescenti.

L’impatto si è verificato mentre nella zona imperversava un nubifragio, come del resto in tutto l’Ascolano, e lì si sono portate ambulanze del 118, pattuglie della Polizia Stradale – con il comandante Luca Iobbi – due squadre dei Vigili del fuoco che sono arrivate dalle caserme di Ascoli e San Benedetto. Non sono rimasti coinvolti altri veicoli. Nel frattempo si sono create due code, ovviamente su entrambi i sensi di marcia, per diversi chilometri, con forti disagi dovuto anche al temporale. Dai primi accertamenti della Polizia Stradale di Ascoli, sembra che il mezzo pesante che procedeva in direzione mare, condotto dal 48enne morto sul colpo, abbia urtato la barriera in cemento che delimita le carreggiate invadendo poi la corsia opposta e scontrandosi con il veicolo guidato da Lucini.

Le forze dell’Ordine (in appoggio anche Volanti della Polizia, Polizie Municipali della zona e Carabinieri) stanno provvedendo a disciplinare la circolazione, visto che sono diventate obbligatorie, proprio per isolare il luogo dell’incidente, le uscite di Spinetoli per cbhi viaggia verso San Benedetto e di Monsampolo per chi viaggia verso Ascoli. Con il conseguente intasamento della Statale Salaria e e della Provinciale Bonifica che scorrono parallele alla superstrada. Sul luogo dell’incidente è giunto anche personale dell’Anas e del soccorso stradale. I Vigili del fuoco di Ascoli hanno chiesto in appoggio l’autogru che è arrivata dalla caserma dei pompieri di Teramo, per la rimozione dei due mezzi pesanti.

L’autogru dei Vigili del fuoco sta provvedendo alla rimozione dei due autoarticolati

Traffico bloccato dopo l’incidente

Lo scontro mortale sull’Ascoli-mare: Due vite spezzate, quattro figli senza più il papà


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X