facebook rss

L’ultimo saluto a Angelo Lucini,
una folla nella chiesa di Castignano

CASTIGNANO - Un migliaio di persone hanno partecipato al funerale del giovane papà morto nell'incidente sull'Ascoli-mare alla guida del proprio camion. Messa concelebrata dal vescovo di Ascoli Giovanni D'Ercole e dal vicario della Diocesi di San Benedetto, don Patrizio Spina. Grande commozione. Il sindaco Polini ha indetto il lutto cittadino
foto e testo di Simone Corradetti
Un migliaio di persone hanno partecipato all’ultimo commosso saluto ad Angelo Lucini, il camionista 39enne c he ha perso la vita nel terribile schianto, avvenuto lunedì mattinna lungo la superstrada Ascoli-mare dove il suo camion si è schiantato frontalmente, tra gli svincoli di Spinetoli e Monampolo del Tronto, con un altro mezzo pesante condotto dal 48enne Agron Bakaj, di origine albanese, residente da molti anni a San Benedetto, anche lui deceduto nel terribile impatto. Angelo a Castignano lo conoscevano e gli volevano bene tutti. Lascia, come Agron, una moglie due figli.

Angelo Lucini

Il rito funebre si è svolto nella chiesa di Sant’Egidio ed è stato celebrato dal vescovo di Ascoli Giovanni D’Ercole e dal vicario della Diocesi di San Benedetto don Patrizio Spina. «Cara Carla – le parole del vescovo rivolgendosi alla giovane vedova – oggi tutti si stringono alla tua famiglia, e questa partecipazione al dolore esprime profonda stima nei confronti di Angelo. Colui che vi ha amato, resterà al vostro fianco, diventando un angelo custode a tutti gli effetti. La fede in Cristo – prosegue – sarà importantissima per superare insieme i momenti peggiori del dolore che vi coinvolge. La morte e la sofferenza – conclude – fanno parte della vita, e non ti illudere, non fuggire, perché la preghiera e la testimonianza di Gesù sulla terra, è la prova del suo amore e della salvezza».

Poi, lo straziante abbraccio del sindaco Fabio Polini ai familiari, che ha indetto una giornata di lutto cittadino, per l’immane tragedia che ha sconvolto l’intera comunità castignanese. All’uscita del feretro dalla chiesa, i bambini della scuola elementare, hanno lasciato volare in cielo, dei palloncini bianchi. Lucini, è stato poi tumulato nel piccolo cimitero di Ripaberarda. Nel pomeriggio a San Benedetto l’ultimo saluto, in forma privata, ad Agron Bakaj che è stato poi sepolto cimitero comunale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X