facebook rss

Elezioni Quintana, hanno votato 3.534 ascolani
Comitati di Sestiere al lavoro, i nuovi scenari

ASCOLI - Record di affluenza al Sestiere di Porta Tufilla (943 persone), seguito da Solestà (773), Romana (629), Piazzarola (488), Sant'Emidio (353), Maggiore (348). A Pizi (Porta Solestà) il record di voti, ma in tripla cifra sono in cinque. A Porta Tufilla nessun voto per sei candidati. Le dichiarazioni di vincitori (Silvestri e Bartoli) e sconfitti (Nicoletti e Giovannetti)

I sei nuovi caposestieri della Quintana. Da sinistra in alto, in senso orario: Carlo Bartoli (Piazzarola), Marco Regnicoli (Porta Maggiore), Luigi De Santis (Porta Romana), Attilio Lattanzi (Porta Solestà), Matteo Silvestri (Porta Tufilla), Mariangela Gasparrini (Sant’Emidio)

di Andrea Ferretti

Sono stati 3.534 gli ascolani che si sono recati alle urne per il rinnovo dei comitati di Sestiere della Quintana. Un afflusso notevole che testimonia l’attaccamento e l’importanza della rievocazione storica in città, anche se nelle realtà molte persone, iscritte ai sei albi di Sestiere, sono andate al voto nemmeno sapendo bene di cosa si trattasse. Ma questo accade ormai anche per le elezioni politiche/amminstrative, figuriamoci per quelle della Quintana. Ma un piacere all’amico o all’amica di turno non si nega mai.

Il seggio di Porta Tufilla è quello dove si è lavorato più a lungo, con lo spoglio concluso a mezzanotte (Foto Vagnoni)

L’AFFLUENZA – Il boom si è registrato a Porta Tufilla che ha concluso lo spoglio delle 943 schede a mezzanotte, con gli altri cinque Sestieri in attesa di conoscere quell’ultimo verdetto. Che ha premiato Matteo Silvestri il quale ha superato il rivale Giulio Nicoletti per soli 12 voti (474 contro 462): tra le due liste un autentico sprint sul filo di lana. Sprint che non c’è stato invece nell’altro Sestiere dove c’erano due liste contrapposte. E cioè alla Piazzarola. Il verdetto emerso dal Sestiere dell’Aquila – dove hanno votato 488 persone – ha decretato infatti la vittoria della lista 2, capeggiata da Carlo Bartoli, sulla lista 1 di Fulvio Giovannetti: 277 contro 209. Tutto scontato, invece, quello che è avvenuto negli altri quattro Sestieri dove il nuovo (Luigi De Santis a Porta Romana) o nuovi-vecchi (Marco Regnicoli a Porta Maggiore, Attilio Lattanzi a Porta Solestà, Mariangela Gasparrini a Sant’Emidio) caposestieri erano già noti da diverse settimane visto che in ballo c’era una unica lista. A Solestà e Romana gli unici candidati singoli, che come da pronostico sono entrati nei nuovi comitati, sono stati anche i due candidati più votati in assoluto di questa tornata elettorale quintanara 2019. Solito successo di partecipazione a Porta Solestà dove alle urne si sono presentati in 773, ma non è da meno quanto accaduto a Porta Romana dove al voto sono andate 629 persone. Numeri più bassi a Sant’Emidio (353) e Porta Maggiore (348) dove c’è stato uno spoglio sprint.

Nicholas Lionetti nel 2020 torna a giostrare con la Piazzarola

GLI SCENARI – Cosa cambia dopo queste elezioni? Se lo chiedono in tanti. Risposta: nulla o quasi. Considerando che il fulcro di tutta la manifestazione è la Giostra e non le altre manifestazioni quintanare di corollario o le iniziative mangerecce dei Sestieri, l’attenzione si focalizza sui cavalieri giostranti. I contratti con fantini e/o scuderie di solito scadono con il termine del mandato dei comitati, ma quasi sempre si tratta di pura formalità. Questo accade per Lorenzo Melosso a Porta Romana, Luca Innocenzi a Porta Solestà, Mattia Zannori a Porta Maggiore, Massimo Gubbini a Porta Tufilla. Ammesso che Sant’Emidio confermi Riccardo Raponi, che nel 2019 non ha fatto strappare a nessun rossoverde i capelli dalla gioia, l’unica novità certa riguarda la Piazzarola. Se il caposestiere fosse stato Giovannetti, il nuovo cavaliere sarebbe stato Pierluigi Chicchini. La vittoria di Bartoli equivale invece al ritorno di Nicholas Lionetti che ha difeso i colori biancorossi per sei volte tra il 2016 e il 2018. Dalle mani del ternano Fabio Picchioni, la lancia torna dunque al giovane di Faenza con il quale nel gennaio 2019 il comitato uscente, formato da sette persone dopo le dimissioni del caposestiere Lanciotti e altri cinque membri del direttivo, era stato interrotto il rapporto con il conseguente ingaggio di Picchioni appena svincolato da Porta Romana.

Giulio Nicoletti e Matteo Silvestri

LE DICHIARAZIONI – Parola ai quattro candidati caposestieri che si sono affrontati in un’autentica campagna elettorale. A Porta Tufilla il vincitore è Matteo Silvestri: «Ringrazio gli elettori per la fiducia e tutti componenti della mia lista che hanno svolto un ottimo lavoro in poco tempo. Il risultato non era scontato. Siamo già al lavoro con un solo obiettivo: fare il bene del Sestiere e della Quintana, migliorandoci in tutto quello che si può migliorare». Lo sconfitto, Giulio Nicoletti, rappresentava il gruppo “Tufilla Patria Nostra” che ha così commentato il verdetto delle urne: «Ringraziamo le 462 persone che hanno accordato la loro preferenza ai 18 candidati della nostra lista e auguri di buon lavoro agli eletti della lista 2. Abbiamo creduto nella nostra utopia, ma il voto degli iscritti ci ha penalizzato, perdendo per una manciata di voti. Il nostro è stato un cammino lungo, iniziato anni fa in una situazione difficilissima. Abbiamo lottato, ci siamo ripensati come una comunità larga composta da quintanari esperti e da giovani, credendo in un progetto alternativo e davvero nuovo. Abbiamo oggi la responsabilità di rappresentare centinaia di quintanari che hanno sperato e continuano a sperare in un vero cambiamento. È stato bello lottare. È stato bello osare. È stato bello provarci».

Fulvio Giovannetti e Carlo Bartoli

Alla Piazzarola l’ha spuntata Carlo Bartoli: «Io e la mia squadra siamo soddisfatti dell’esito del voto perchè è stato un riconoscimento al progetto che abbiamo portato avanti. Tutti i membri del comitato ora dovranno collaborare nella massima serenità per il bene del Sestiere. Il cavaliere? Sarà Lionetti, in cui abbiamo sempre creduto. E’ un giovane dalle grandi prospettive e ora ha anche una nuova scuderia e nuovi cavalli, pronto ad essere altamente competitivo». A Bartoli gli auguri dello “sconfitto” Fulvio Giovannetti: «Si è trattato di una scelta decisa degli elettori del Sestiere, per cui ne prendiamo atto e facciamo un grande in bocca al lupo al nuovo caoposestiere Carlo Bartoli».

Al seggio di Porta Solestà il candidato più votato (Foto Vagnoni)

LA TOP TEN – I dieci più votati sono stati, nell’ordine: 1) Giuseppe Pizi (Porta Solestà) 162 preferenze, 2) Vincenza Baiocchi (Porta Romana) 145, 3) Laura Melosso (Porta Tufilla) 122, 4) Emidio Alfonsi (Porta Solestà) 119, 5) Luigi Lattanzi (Porta Solestà) 112, 6) Tonino Parissi (Porta Tufilla) 74, 7) Marco Ferretti (Porta Romana) 72, 8) Francesco Giantomassi (Porta Romana) 63, 9) Simone Accorsi (Porta Tufilla) e Lucio Sermarini (Porta Tufilla) 62.

ZERO VOTI – Sei finti candidati a questa tornata elettorale. Sei persone che non si sono nemmeno votate da sole. Tutte a Porta Tufilla. Quattro erano nella lista di Giulio Nicoletti (Matteo Fabiani, Alberto Ferranti, Stefania Maoloni, Nazzareno Vagni) e due in quella di Matteo Silvestri (Annunziata Feliziani, Federica Gentili).

Il seggio alla Piazzarola (Foto Vagnoni)

TUTTI I VOTI DEI CANDIDATI

PIAZZAROLA

Caposestiere: Carlo Bartoli. Eletti della lista 2: Alfredo Bartoli 45, Loreto Marozzi 36,  Alessandro Berardini 29, Alessandro Curzi 20, Amedeo Lanciotti 22, , Stefano Spinozzi 19, Cristian Amorosi 19. Eletti della lista 1: Fulvio Giovannetti (candidato caposestiere), Massimiliano Barbizzi 29, Pierluigi De Angelis 26, Giuseppe Puleggio 25, Giuliano Durinzi 24. Non eletti: Giorgio Agostini 19, Alessandro De Angelis 18, Chiara Camaioni 17, Andrea Frollo 16, Eraldo Pedicelli 15, Paolo Vagnoni 15, Fabio Cipollini 14, Enrico Celani 12, Luciana Poli 11, Rita Governatori 11, Antonio Del Gatto 9, Chiara Cicchi 7, Gianni Marozzi 5, Fabio Luzi 4, Luca Vannicola 4, Valentino Palombi 3, Maurizio Cugnigni 1.

Il seggio a Porta Tufilla (Foto Vagnoni)

PORTA TUFILLA

Caposestiere: Matteo Silvestri. Eletti della lista 2: Tonino Parissi 74, Lucio Sermarini 62, Caterina Alfonsi 52, Laura Cellini 49, Pierdomenico Scaramucci 47, Andrea Mazzocchi 44, Francesco Durinzi 43. Eletti della lista 1: Giulio Nicoletti (candidato caposestiere), Laura Melosso 122, Simone Accorsi 62, Mirko Mancini 59, Simone Felli 49. Non eletti: Michela Amici 45, Guido Bachetti 41, Romano Di Marco 40, Sandro Alfonsi 36, Luca Angelini 31, Graziano Bachetti 27, Fabio Volponi 11, Giuseppe Gentili 7, Mirko Traini 6, Giorgia Morelli 4, Marco Traini 3, Claudio Cellini 2, Vincenzo Giuseppe Raoul Gabrielli 2, Emidio Carboni 2, Luca De Carolis 1, Roberta Matricardi 1, Andrea Feliziani 0, Federica Gentili 0, Matteo Fabiani 0, Alberto Ferranti 0, Stefania Maoloni 0, Nazzareno Vagni 0.

Movimento davanti al seggio di Porta Maggiore (Foto Vagnoni)

PORTA MAGGIORE

Caposestiere: Marco Regnicoli. Eletti lista unica: Valerio De Angelis 51, Valerio Martini 47, Fabio Amatucci 44, Corrado Carpani 29, Gianquinto Tulli 28, Pier Giorgio D’Annunzio 26, Guido Mariani 24, Lamberto Marrone 23, Stefano Salvi 19, Raffaella Traini 16, Riccardo Giantomassi 16, Stefano Gurdi 14. Non eletti: Antonella Regnicoli 4, Paola Carpani 2.

Il seggio a Porta Romana (Foto Vagnoni)

PORTA ROMANA

Caposestiere: Luigi De Santis. Eletti lista unica: Marco Ferretti 72, Francesco Giantomassi 63, Valeria Marozzi 50, Valerio Matricardi 50, Massimiliano Mariotti 35, Luca Bartolomei 34, Piero Cicconi 32, Armando Lucidi 29, Stefano Volponi 29, Roberto Paci 26, Mario Ferretti 26. Eletta candidata singola: Vincenza Baiocchi 145. Non eletti: Giantommaso Mariani 19, Tiziano Virgulti 8, Mariano Angelini 8.

L’esterno del seggio di Porta Solestà (Foto Vagnoni)

PORTA SOLESTA’

Caposestiere: Attilio Lattanzi. Eletti lista unica: Emidio Alfonsi 119, Barbara Cambiaso 41, Michele Di Domizio 32, Sara Forlini 49, Luigi Lattanzi 112, Andrea Mancini 52, Stefano Rosa 53, Sergio Salvi 41, Giuseppe Spinelli 27, Ivan Talucci 35, Gianluca Traini 35. Eletto candidato singolo: Giuseppe Pizi 162. Non eletti: Nicolas Poloni 11, Luigi Danese 2, Luca Scoponi 1, Diego Sabatini 1.

La sede del Sestiere di Sant’Emidio (Foto Vagnoni)

SANT’EMIDIO

Caposestiere: Mariangela Gasparrini. Eletti lista unica: Enrico Angelini Marinucci 49, Stefania Trasatti 39, Giovanni Cicchetti 31, Mattia Volponi 31, Marzia Fornei 28, Alfredo Giacobbi 28, Alessandro Cipollini 27, Giancarlo Amadio 26, Alessio Simonetti 25, Valerio Paci 22, Alberto Coccia 20, Flavia Cenciarini 11. Non eletti: Alessandro Amadio 6, Alessandro Castelli 2.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X