facebook rss

A14, Giorgio Fede (M5S):
«Si lavora per favorire
una rapida soluzione»

VIABILITA' - «Autostrade Spa ha illustrato le soluzioni elaborate, sviluppate con progetti esecutivi pronti a cantierare i lavori, con l’ipotesi di affidamento ad una società interna, per velocizzare al massimo la procedura. Ora attendiamo la valutazione della Procura di Avellino»

Al convegno “Autotrasporto, legge di bilancio 2020 e nuove prospettive di sviluppo”, organizzato da Confartigianato, in collaborazione con Transport Service, si è parlato anche dell’insostenibile situazione emergenziale dell’autostrada A14. Erano presenti il sottosegretario al Ministero infrastrutture e trasporti Roberto Traversi, il responsabile di esercizio del settimo tronco di Autostrade per l’Italia Marco Perna, invitati dal presidente nazionale di Confartigianato trasporti Amedeo Genedani e dal presidente Confartigianato trasporti di Macerata-Ascoli Piceno-Fermo Emanuele Pepa, oltre ai parlamentari marchigiani del Movimento 5 Stelle Giorgio Fede e Mirella Emiliozzi.

«Il responsabile di Autostrade Spa ha illustrato le soluzioni elaborate, sviluppate con progetti esecutivi pronti a cantierare i lavori, con l’ipotesi di affidamento ad una società interna, Pavimental, il tutto per velocizzare al massimo la procedura. Proposte di questo tipo saranno sottoposte alla Procura di Avellino, che dovrà decidere se sono adeguate al superamento delle loro prescrizioni», sintetizza il senatore Fede, membro della Commissione lavori pubblici e comunicazioni, dopo l’incontro.

«Purtroppo la situazione è critica, sia i rappresentanti dei trasportatori che Autostrade hanno riportato dati numerici che confermano l’esperienza di tutti gli utenti di questo servizio essenziale per il nostro territorio, considerando che nei 160 km marchigiani dell’A14 circolano in media 30.000 veicoli al giorno, con punte di 90.000, di cui un terzo pesante. A seguito della tragedia del viadotto di Acqualonga la Procura della Repubblica di Avellino ha riscontrato la scarsa sicurezza delle barriere utilizzate in alcuni viadotti in tutta Italia, ordinando l’attuale regime di circolazione “prudenziale”, a una sola corsia, che inevitabilmente comporta pesanti rallentamenti quotidiani; la situazione sarebbe drammatica se, con la stagione invernale, si dovessero attuare i conseguenti “piani-neve” che incombono. La soluzione proposta prevede di effettuare i lavori di sostituzione delle barriere lavorando anche di notte e nella corsia di emergenza, adeguatamente protetta, permettendo da subito il ripristino del traffico su due corsie. Ora attendiamo la valutazione della Procura di Avellino».

Sequestri sull’A14, la Lega: «Subito lavori in house per limitare disagi, danni e pericoli»

Sequestri sull’A14, Confindustria: «Tutte le forze economiche del territorio si uniscano»

Sequestri sull’A14, Confindustria: «Milioni di euro di danno per il ritardo nelle consegne»

Sequestri sull’A14, Gli agenti di commercio: «A che santo votarsi?»


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X