facebook rss

“Venerdì Dialettali”,
ultimo appuntamento
con la Pasquella

ASCOLI - Giunti al quattordicesimo ciclo, l’ultimo appuntamento si terrà venerdì 6 dicembre, con la partecipazione di Enzo Morganti e il Coro di Porta Romana, diretto dal maestro Emidio Giuseppetti e coordinato da Caterina Raimondi

Il gruppo dei pasquellanti del Coro di Porta Romana

Si concludono i “Venerdì Dialettali” della Fondazione Don Giuseppe Fabiani, giunti al quattordicesimo ciclo, con l’ultimo appuntamento dedicato al Rito della Pasquella che si terrà venerdì 6 dicembre alle 21,15 presso l’ex chiesa di S. Andrea in corso Mazzini con la partecipazione di Enzo Morganti e il Coro di Porta Romana, diretto dal maestro Emidio Giuseppetti e coordinato da Caterina Raimondi.

Il Coro polifonico di Porta Romana, formatosi nel 1982 per svolgere servizio canoro e liturgico nella comunità parrocchiale del Ss. Crocifisso, è . Negli anni ’80 il coro riprese per primo l’antica tradizione plurisecolare della Pasquella ed Enzo Morganti ne spiegherà le origini, in attesa dell’evento che si terrà il 5 gennaio prossimo. Il coro sarà accompagnato da Roberto Rosati alla fisarmonica e da Matteo Mariani al violino, strumentisti del complesso ZigaTrio, conosciuto per l’esecuzione di canti della tradizione popolare.

I “Venerdì Dialettali” sono nati per promuovere lo studio e la diffusione del dialetto ascolano e più in generale per salvaguardare la cultura popolare del territorio. Il primo ciclo si tenne nel 2006 e da allora ogni anno sono stati proposti oltre 50 appuntamenti che hanno messo in luce diversi aspetti: commedia dialettale, autori del passato e del presente, appuntamenti musicali e aneddotica popolare. Gli incontri, basati su conversazioni, letture e proiezioni, si avvalgono della partecipazione di studiosi, gruppi ed associazioni che in buon numero operano per la valorizzazione del dialetto, favorendo la presenza anche dei più anziani che ancora serbano testimonianze vissute del parlato popolare.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X