facebook rss

Di Massimo-Cernigoi bum bum
e la Samb liquida il Gubbio: 2-0
(Fotogallery)

SERIE C - Con due reti nella prima mezzora i rossoblù conquistano nel posticipo la terza vittoria consecutiva e si portano a un punto dal settimo posto della Fersalpisalò. Nella ripresa sfiorati altri due gol. Nella testa c'è già il Carpi

L’esultanza rossoblù dopo il raddoppio di Cernigoi

di Benedetto Marinangeli

(fotoservizio di Alberto Cicchini)

Terza vittoria consecutiva per la Samb al Riviera delle Palme. Il 2-0 sul Gubbio permette all’ undici di Paolo Montero di collocarsi all’ ottavo posto in classifica ad una sola lunghezza dalla Feralpisalò. Per gli umbri una battuta d’arresto dopo due pareggi consecutivi con Ravenna e Padova che li fa restare ancora impelagati in piena zona play out.

Montero deve rinunciare agli infortunati Di Pasquale e Rocchi, con Frediani che parte dalla panchina dopo l’influenza accusata nel corso della settimana. E conseguentemente cambia il modulo tattico usuale passando al 4-2-3-1. Gelonese e Angiulli in mediana con Orlando, Volpicelli e Di Massimo a ridosso di Cernigoi. Torrente schiera il Gubbio con un prudente 5-3-2, con Sbaffo che però in fase di possesso palla gioca in appoggio delle due punte Gomez e Tavernelli. Chiaro l’intento del tecnico umbro e cioè quello di bloccare gli esterni del club marchigiano. Samb che parte subito forte ed al 2’ è Orlando da ottima posizione a mancare il bersaglio.

Ma otto minuti Di Massimo fa esultare il Riviera delle Palme. Volpicelli pesca in verticale il numero sette rossoblù che entra in area, salta Ravaglia in uscita e deposita il pallone nella porta vuota. Di Massimo al 14’ ha anche l’occasione per raddoppiare ma la sua conclusione dopo una micidiale ripartenza è debole e viene bloccata centralmente dall’ estremo difensore umbro. Il Gubbio si riorganizza e si fa vedere in avanti con un paio di velenose palle inattive e reclama anche un rigore per un fallo di mani di un difensore di casa su conclusione di Malaccari.Ma Rutella di Enna che lascia correre.

Ed al 29’ arriva il raddoppio dei padroni di casa con Cernigoi che va a chiudere sul primo palo uno splendido affondo sulla sinistra di Gemignani. Ottavo centro stagionale per l’attaccante rossoblù. Un minuto dopo è Orlando a sprecare l’occasione per calare il tris allungandosi il pallone in area, permettendo così a Ravaglia di farlo suo in uscita bassa. La Samb chiude in avanti il primo tempo con una conclusione di Volpicelli che si perde alta sulla traversa.

Subito un cambio in casa Samb. Al 1’ st entra Frediani per l’ acciaccato Di Massimo. Al 3’ st è bravissimo Ravaglia ad opporsi a Volpicelli servito in area da Cernigoi. Ci prova anche Carillo di testa (8’ st) su punizione di Volpicelli ma senza fortuna. E’ poi Frediani a sparare alto solo davanti a Ravaglia (11’st). Samb assoluta padrona del campo con il Gubbio che prova a proporsi in avanti ma senza creare particolari assilli a Santurro. L’undici di Montero potrebbe fare ancora male con le ripartenze che però non riesce a capitalizzare. Al 39’ è Gelonese con un rimpallo a colpire il palo alla sinistra di Ravaglia. E’ l’ultima emozione della partita.

SAMB (4-2-3-1): Santurro 6; Rapisarda 6, Biondi 6, Carillo 6, Gemignani 6,5; Gelonese 6,5, Angiulli 6; Orlando 6 (20’ st Trillò 6), Volpicelli 6,5 (46’ st Miceli sv), Di Massimo 7 (1’ st Frediani 6); Cernigoi 7 (34’ st Piredda sv). A disposizione: Raccichini, Zaffagnini, Bove, Brunetti, Garofalo, Malandruccolo, Panaioli. Allenatore: Montero 6,5.

GUBBIO (5-3-2): Ravaglia 6; Munoz 5,5 (32’ pt Benedetti 6) Cinaglia 5,5, Coda 6, Konatè 5,5 Filippini 5,5; Lakti 5,5 (14’ st Meli 6) Malaccari 6 Sbaffo 6; Gomez 5 (34’ st Cesaretti sv) Tavernelli 5. A disposizione: Zanellati, Maini, Bacchetti, Battista, Zanoni, Sorrentino, Ricci. Allenatore: Torrente 6.

Arbitro: Rutella di Enna 6 (assistenti Dell’Olio e De Chirico).

Reti: 10’pt Di Massimo, 29’pt Cernigoi

Note: spettatori 3.000 circa. Ammoniti Benedetti (G) e Konatè (G). Angoli 8-1 per il Gubbio. Recupero: 1’+4′.

LA FOTOGALLERY DI ALBERTO CICCHINI

Fedeli e il rinnovo di Di Massimo: «Ci stiamo lavorando ma il ragazzo e il suo procuratore hanno un debito di riconoscenza nei miei confronti»


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X