Quantcast
facebook rss

Detto e fatto, gli studenti
donano il ricavato dello spettacolo
a “L’orto di Paolo”

ASCOLI - L'iniziativa dell'Isc Borgo Solestà-Cantalamessa ha portato al centro diurno dedicato all'autismo una somma di 2.000 euro, frutto del galà di beneficenza "Note, passi e voci per la legalità". La consegna da parte dei piccoli studenti della 1ªC
...

La consegna dell’assegno

Detto e fatto. L’incasso dello spettacolo di beneficenza “Note, passi e voci per la legalità”, un totale di 2.000 euro, è stato consegnato al centro diurno per l’autismo “L’orto di Paolo“. Sono stati proprio i ragazzi a portare questo dono di Natale speciale ai responsabili della struttura grazie all’iniziativa dell’Isc Borgo Solestà-Cantalamessa.

Il dono

Gli studenti della 1ªC della scuola secondaria di I grado Cantalamessa hanno visitato il complesso e portato anche un piccolo calendario dell’avvento da loro confezionato, e guidati dagli operatori della struttura hanno conosciuto alcuni degli ospiti impegnati in attività manuali, agricole e artigianali scoprendo che dalle loro mani nascono prodotti e oggetti buoni, interessanti e utili.
L’incontro fa parte del progetto di educazione alla cittadinanza e alla convivenza democratica che l’ISC Borgo Solestà – Cantalamessa persegue e pone al centro della sua mission. Lo spettacolo “Note, passi e voci per la legalità” era andato in scena lo scorso maggio grazie anche ad AscolTiAmo, La Casa di Asterione e alla libreria Rinascita. Alla consegna dell’assegno, avvenuta nella mattinata di lunedì 9 dicembre, c’erano Mirko Loreti della Pagefha, la dottoressa Sabina Giannini, le professoresse Samanta Travaglia e Sandra Novelli, la dirigente Silvia Giorgi, l’assessore Gianni Silvestri e il vice presidente di AscolTiAmo Paolo Anastasio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X