Quantcast
facebook rss

Ascoli, Cavion: «Contro il Cittadella
con il coltello fra i denti per vincere»

SERIE B - Il centrocampista bianconero: «Nelle ultime partite abbiamo prodotto molto e raccolto pochissimo. Classifica corta, tutto é possibile. Mi manca il gol»
...

Michele Cavion

di Bruno Ferretti

Michele Cavion é uno dei bianconeri più in forma. In campo corre per due ma garantisce anche un importante contributo qualitativo. Veneto di Schio, ha appena compiuto 25 anni ed è nel pieno della maturità agonistica. Michele conta già 200 presenze fra i professionisti. A lui il compito di fare il punto della situazione in casa Ascoli.
Cavion, tanta semina ma poco raccolto. Che succede?
«É vero. In queste ultime partite abbiamo prodotto molto ma raccolto pochissimo. Meritavamo certamente di più. A Salerno potevamo vincere, a Genova in Coppa siamo andati in vantaggio contro una squadra di Serie A e poi ad Empoli siamo stati frenato da alcune grandissime parate. Comunque siamo sulla strada giusta e dobbiamo insistere».
È in arrivo il Cittadella, un brutto cliente….
«Sì, é una squadra solida, affermata in Serie B, che gioca bene. Noi affronteremo la partita con il coltello fra i denti per vincerla. Con tutto il rispetto che il Cittadella certamente merita, possiamo farcela».
Fra i tanti centrocampisti che sono nell’organico dell’AscolI, lei è quello che sta giocando con maggiore continuità. Soddisfatto?
«Sono soddisfatto e spero di poter dare sempre un buon contributo alla squadra. Ringrazio il mister per la fiducia che mi sta dando. Considero positivo il mio bilancio personale e anche quello della squadra che conta certamente di più. Mi manca il gol e spero di sbloccarmi. Ci sono andato molto vicino un paio di volte ma non sono riuscito a buttarla dentro. Sotto questo aspetto devo certamente migliorare».
L’Ascoli finora ha conquistato 16 punti in casa e solo 5 in trasferta. Come si può spiegare questa differenza?
«Non è semplice. Anche nelle partite fuori potevamo raccogliere qualche punto in più ma non siamo stati fortunati. Al Del Duca possiamo contare sulla spinta dei nostri tifosi che, in verità, ci seguono numerosi anche in trasferta. E si fanno sentire. Speriamo di migliorare il nostro rendimento in trasferta».
Cavion, il mercato di gennaio potrà cambiare il valore di qualche squadra? All’Ascoli cosa potrebbe servire per diventare più competitivo?
«Qualcosa può cambiare ma, secondo me, resterà un campionato molto equilibrato. Bello e combattuto fino alla fine. Noi stiamo bene così, ma se capitasse l’opportunità di migliorare l’organico la società e il direttore Tesoro sapranno come agire».
Il Benevento é in fuga?
«Ha acquisito un buon margine di vantaggio ma il campionato é ancora lungo. Il Benevento ha dimostrato fin qui una maggiore continuità di risultati ma non ha già vinto il campionato».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X