facebook rss

«Ecco come è fallito
il Cat Confesercenti»

ASCOLI - In Tribunale la testimonianza del curatore fallimentare Tonini Napoletani: «Dal 2009 la situazione è diventata sempre più difficile visto il grande passivo accumulato». L'udienza è stata rinviata al 12 febbraio 2020

Una montagna di debiti, prestiti alla “casa madre” non rimborsati e fidi bancari per andare avanti fino al fallimento. E’ stata questa la storia del crac del C.A.T. (Centro assistenza tecnica) della Confesercenti di Ascoli e Fermo fallito nel maggio del 2013 (leggi l’articolo) ripercorsa stamattina davanti al collegio penale del tribunale di Ascoli dal curatore fallimentare Tonino Napoletani.

Il tribunale di Ascoli (foto Vagnoni)

Il professionista incaricato dal giudice ha illustrato numeri e situazioni che hanno determinato il crac del “braccio operativo” dell’associazione dei commercianti per cui sono finiti a processo ex presidenti e direttori del Cat e della Confesercenti (leggi l’articolo). Non ha risparmiato severe bacchettate su come è stata gestita la società nel corso degli anni. Sotto osservazione, in particolare, è finito anche un prestito da oltre 500.000 euro che il Cat ha dato alla Confesercenti senza mai essere rimborsato. Proprio questa vicenda è finita al centro di un altro procedimento di fronte al tribunale delle imprese di Ancona. Durante l’udienza odierna, invece, il curatore ha affermato che la situazione economica è diventata sempre più difficile a partire dal 2009 dopo che nel triennio precedente le perdite erano state ripianate grazie alla cessione di un’immobile per oltre 350.000 euro. Gli avvocati difensori (tra cui Mauro Gionni, Nazario Agostini e Orlando Ruggieri) degli imputati hanno poi chiesto di dettagliare per ognuno il “quadro economico” relativo ad esempio alle perdite accumulate o ai crediti recuperati in modo da definire anche le eventuali responsabilità penali in merito al fallimento. Su questo punto è stato però necessario aggiornare l’udienza al prossimo 12 febbraio quando il curatore porterà la situazione dettagliata.

rp

Ex presidenti e direttori a processo per il crac Cat-Confesercenti


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X