facebook rss

“Storie di Alternanza”,
il Liceo Licini primo nelle Marche
E a scuola si presenta
il grande artista Pistoletto

ASCOLI - Dopo il successo di Verona, i ragazzi della classe IV Multimediale sono stati premiati ad Ancona per il video "Come-Te" dedicato all'integrazione tra arte, creatività e disabilità

Al centro il professor Giuseppe De Caro con Michelangelo Pistoletto

di Renato Pierantozzi

Dopo il trionfo nazionale di Verona (leggi l’articolo), gli alunni della classe 4° Multimediale del Liceo Artistico “Osvaldo Licini“, diretto dalla dirigente Nadia Latini, hanno concesso il bis conquistando il primo posto a livello regionale nel concorso “Storie di Alternanza” grazie al video “Come-te” simbolo dell’integrazione tra scuola, arte e ragazzi normodotati e diversamente abili. La cerimonia di consegna si è svolta nei giorni scorsi alla Loggia dei Mercanti di Ancona alla presenza, tra gli altri, del presidente regionale della Camera di Commercio delle Marche, Gino Sabatini e del direttore dell’Usr, Ugo Filisetti. I ragazzi sono stati accompagnati dalla docente Cinzia Vagnoni, “regista” dei successi dei suoi allievi. Ma le sorprese per i liceali non sono finite con il successo ottenuto ad Ancona. Giovedì mattina, infatti, a sorpresa si è presentato a scuola un “allievo” speciale nella persona dell’artista Michelangelo Pistoletto, 86 anni,giunto nel Piceno per visitare i luoghi colpiti dal sisma.

La premiazione ad Ancona

Si tratta di uno dei più grandi pittori e scultori italiani con alle spalle oltre quarant’anni di carriera che lo hanno portato, nel 2003, a ricevere il Leone d’Oro alla carriera alla Biennale di Venezia. Pistoletto ha incontrato docenti e studenti raccontando alcuni aneddoti sulla sua lunghissima attività artistica e di docente per un decennio anche all’Accademia di Vienna. Intanto domenica (dalle 15 alle 18) si potranno visitare i laboratori e tutta la scuola del Licini, all’interno dell’Open Day organizzato dall’infaticabile docente Maurizio Calenti, dove nascono i successi dei ragazzi.

 

IL VIDEO

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X