facebook rss

Sensibilità e generosità,
Di Girolami dona un defibrillatore

MONSAMPOLO - Il prezioso strumento è stato consegnato nelle mani del sindaco Narcisi. Si aggiunge agli altri tre presenti sul territorio. Un gesto di altruismo non nuovo per l'imprenditore piceno

Da sinistra Roberto Di Girolami, il sindaco Massimo Narcisi e il cardiologo Alfonso Matarrese

Grazie alla sensibilità e generosità dell’imprenditore del tessile Roberto Di Girolami, la comunità monsampolese avrà a disposizione un nuovo defibrillatore. Questa mattina, sabato 14 dicembre, nella delegazione comunale a Stella, la consegna ufficiale del prezioso dispositivo medico all’amministrazione comunale. Oltre al sindaco Massimo Narcisi e allo stesso Di Girolami, erano presenti il cardiologo Alfonso Matarrese e gli assessori della Giunta comunale.

Narcisi

In apertura, il sindaco ha ringraziato sentitamente l’imprenditore per la sua generosità e di conseguenza per l’attenzione alla salute della popolazione, specificando che il defibrillatore si aggiunge agli altri tre già dislocati sul territorio e verrà collocato nel nuovo stadio in fase di completamento (apertura prevista a febbraio del prossimo anno), ubicato nella zona industriale di Stella, a disposizione di tutti gli atleti.
«E’ un apparecchio che salva la vita -evidenzia il benefico imprenditore- lo doniamo con piacere, anche se la speranza è che non venga mai utilizzato. Si dice che salvare una vita è salvare il mondo e da questa frase è venuta la collaborazione tra cardiologo e imprenditore».
«Donare un defibrillatore -sottolinea il dottor Matarrese– significa donare la vita, perché con questo dispositivo si può risolvere un arresto cardiaco improvviso. Sono ancora tante le morti improvvise in Italia, spesso sui campi sportivi, ma ancora non c’è una sensibilità adeguata in merito».
Si tratta della quinta donazione dell’imprenditore. In precedenza Di Girolami aveva regalato due defibrillatori al Comune di San Benedetto e due a quello di Monteprandone.

Cla. Fe.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X