facebook rss

Pagelle Ascoli:
Cavion motorino inesauribile
Scamacca colpisce ancora,
Gravillon una freccia (Fotogallery)

SERIE B - Due gravi errori della terna arbitrale che prima convalida il gol (irregolare) bianconero e poi annulla quello regolare. La prodezza di Leali sull'incornata di Diaw, il gran lavoro di capitan Ardemagni, Troiano punto di riferimento

xx

di Bruno Ferretti

LEALI (6,5) – Una parata sola ma fondamentale al 21′ del primo tempo quando intercetta in tuffo il colpo di testa ravvicinato di Diaw. Nella ripresa vigila attento sui palloni alti che piovono in area.
PADOIN (6,5) – Confermato, dopo Empoli, nel ruolo di esterno destro. “Mister 5 scudetti” offre una buona prestazione sul piano della concretezza. Nel primo tempo tampona le incursioni di Benedetti, nella ripresa si affaccia oltre la linea mediana. Sempre affidabile.
BROSCO (6,5) – Interviene di testa con tempismo spazzando l’area. Dimostra di avere senso della posizione e buona autorevolezza. Svolge il compito senza commettere errori
GRAVILLON (7) – E’ l’unico della difesa che ha la velocità necessaria per correre dietro a Diaw. Con un paio di provvidenziali recuperi risolve situazioni che si stavano facendo complicate.
D’ELIA (6) – Copre con attenzione la sua fascia di competenza ovvero la sinistra. Anticipa in extremis Diaw che stava per metterla dentro da due passi e si rende utile lottando su ogni pallone senza risparmio di energie.
CAVION (7) – Rispetto alla precedente partita di Empoli, è l’unico del centrocampo confermato. Anche contro il Cittadella dimostra il suo eccellente stato di forma. Corre tanto, fino alla fine, e si rende molto utile alla squadra.
TROIANO (6,5) – Zanetti lo rilancia dall’inizio nel ruolo di play e lui risponde presente. Gioca sempre con criterio e si fa valere anche sul piano agonistico. Ammonito.
BRLEK (6) – Rientra dall’inizio dopo i pochissimi minuti di Empoli. Prestazione sufficiente Ammonito.
NINKOVIC (6) – Fatica ad entrare in partita e nel primo tempo non convince. Troppe pause e poco da ricordare. Sicuramente meglio nella ripresa quando diventa più attivo e continuo nel gioco offensivo.
ARDEMAGNI (6,5) – Sempre generoso, lavora al servizio del collettivo con continui ripiegamenti fin sulla linea di centrocampo. Questo, inevitabilmente, gli fa perdere un po’ di lucidità in zona gol. Suo l’assist per il gol partita.
SCAMACCA (7) – Dopo 50 minuti anonimi, si accende all’improvviso timbrando la vittoria con un micidiale rasoterra dal limite, forte e angolato. Paleari non ci arriva e per Gianluca é il gol numero 6 in campionato, 14esimo stagionale considerando i 4 in Coppa Italia e i 4 nell’Under 21.
BERETTA (s.v.) – Entra al posto di Scamacca per giocare l’ultimo quarto d’ora, più 6 minuti di recupero. Ci mette tanta buona volontà.
PICCINOCCHI (s.v.) – In campo nei minuti conclusivi al posto di Ardemagni quando i giochi sono quasi fatti.
VALENTINI (s.v.) – Sostituice Ninkovic nel recupero.
ALLENATORE ZANETTI (6,5)  – Cosa avrà detto alla squadra negli spogliatoi durante l’intervallo? Vero è che dopo un primo tempo decisamente sottotono nel secondo si vede un altro Ascoli che si merita la vittoria. Anche stavolta il tecnico fa turnover a centrocampo cambiandone due su tre.
ARBITRO MARINI (4,5) – Due gravi errori commessi in collaborazione con l’assistente che sbaglia le valutazioni. Sul gol di Scamacca , c’è Ardemagni in fuorigioco ma il punto viene convalidato. Sul secondo sono tutti in posizione regolare ma il gol viene annullato. Le immagini televisive, in entrambi i casi, sono chiare.

CITTADELLA (4-3-1-2): Paleari 6; Ghiringhelli 6, Frare 6, Adorni 6, Benedetti 6,5; Vita 5,5 (21′ st Luppi 5) Iori 6, Branca 5,5 (37′ st Panico sv); D’Urso 7; Diaw 6,5, Rosafio 5 (28′ st Proia 5). Allenatore Venturato 6.

LE FOTO DELLA VITTORIA

L’Ascoli torna alla vittoria e rientra nella griglia playoff Scamacca firma l’1-0 al Cittadella


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X