facebook rss

Italia Viva: «I partiti non tirino
per la giacchetta i dirigenti pubblici»

PICENO - Ancora nel mirino dei renziani del Piceno (dopo la reazione del comitato “Salviamo il Madonna del Soccorso” di San Benedetto) la partecipazione di Cesare Milani all’incontro sulla sanità nelle aree interne organizzata dai dem per domani alle 20,30 a Comunanza. «Il direttore di Area Vasta ha il diritto di lavorare in tutta serenità senza nessun condizionamento», si legge nella nota stampa del neonato partito locale che nel contempo invita «tutto il personale sanitario, pubblico e privato, a segnalare situazioni anomale all’interno delle strutture sanitarie»

Il nome di Cesare Milani, direttore dell’Area Vasta 5, scritto sul manifesto che annuncia l’incontro di domani, mercoledì 18 dicembre (ore 20,30), a Comunanza, organizzato dal Partito Democratico per parlare di Sanità nelle aree interne, non è sfuggito nemmeno ai responsabili dei comitati di Italia Viva di Ascoli, San Benedetto e della vallata del Tronto. I renziani, come il comitato “Salviamo il Madonna del Soccorso” di San Benedetto,ritengono «inopportuno e gravissimo che un direttore di Area Vasta partecipi ad una iniziativa di partito con addirittura il responsabile sanità regionale di quello stesso partito», affermano in una nota stampa. Ma non se la prendono con Milani, quanto piuttosto con un «modo di procedere tipico della vecchia politica».

«I partiti – argomentano – la smettano di tirare per la giacchetta i dirigenti pubblici, tanto più il direttore di Area Vasta che ha il diritto di lavorare in tutta serenità senza nessun condizionamento. Questi atteggiamenti scorretti – aggiungono – non fanno altro che intimidire tutto il personale dell’Asur. La campagna elettorale si sta avvicinando, invitiamo tutto il personale sanitario, pubblico e privato, a segnalare situazioni anomale all’interno delle strutture sanitarie. Su questo vigileremo affinché nessuno approfitti della propria condizione politica. Mentre l’Asur regionale dia indirizzi chiari ai suoi dirigenti».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X