facebook rss

Traffico internazionale di coca,
arrestato l’ultimo latitante sfuggito
alla maxi operazione “Ciudad Perdida”

SAN BENEDETTO - Si tratta di un uomo di 51 anni risultato il principale collaboratore del cittadino albanese situato al vertice del sodalizio criminale che spacciava lungo la costa e non solo. Dopo un anno di indagini, indagate 19 persone e sequestrati oltre 3 chili e mezzo di sostanze stupefacenti più 60.000 euro in contanti

Era sfuggito alla retata ma è stato catturato nella mattinata di oggi mercoledì 18 dicembre l’ultimo indagato della maxi operazione antidroga “Ciudad Perdida“. Si tratta di un 51enne di San Benedetto, risultato il principale collaboratore del cittadino albanese situato al vertice del sodalizio criminale debellato.

E’ stato sorpreso dai poliziotti dell’Antidroga della Squadra Mobile nelle vicinanze della sua abitazione per essere poi condotto nella Casa Circondariale di Ascoli, a chiusura di una indagine durata oltre un anno.
Condotta in collaborazione dalla Questura con la Squadra Mobile di Roma e il Reparto Prevenzione Crimine di Pescara, l’operazione ha portato a 6 arresti in flagranza di reato al termine delle indagini partite, appunto, nell’agosto del 2018 in materia di spaccio sulla costa sambenedettese.
Alla fine sono state indagate 19 persone e sequestrati sul territorio provinciale oltre 3 chili e mezzo di sostanze stupefacenti e circa 60.000 euro in contanti. Gli investigatori sono riusciti anche a bloccare un’importante traffico internazionale di cocaina e armi da guerra bloccando un tir alla frontiera del Brennero e a recuperare 9 chilogrammi di cocaina purissima, 4 mitragliatori, 4 pistole e 230 cartucce.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X