facebook rss

Ascoli: 17 vittorie,
21 pareggi e 22 sconfitte
nelle prime partite degli ultimi 60 anni

SERIE B - Nella lunga lista c'è anche l'ultimo derby disputato a San Benedetto contro la Samb il 5 gennaio 1986: 34 anni fa al "Riviera delle Palme" finì 1-1. La trasferta a Trapani del 18 gennaio aprirà il 2020

Barbuti al “Riviera” nell’ultimo Samb-Ascoli del 5 gennaio 1986

di Bruno Ferretti

Prendendo in esame gli ultimi 60 campionati – dalla riforma del 1959-1960 quando la Del Duca Ascoli venne inserita in Serie C – risulta che i bianconeri hanno iniziato il nuovo anno solare con un bilancio di 17 vittorie (7 in Serie B, 2 in A, 8 in C), 21 pareggi (7 in B, 7 in A, 7 in C) e 22 sconfitte (8 in B, 7 in A, 7 in C). Nel dettaglio: 16 volte in Serie A, 22 in B e 22 in C.

L’attaccante bianconero Vincenzi in Samb-Ascoli 1-1 di 34 anni fa

Tra le prime partite dell’anno figura anche l’ultimo derby Samb-Ascoli a San Benedetto, l’unico disputato allo stadio “Riviera delle Palme”. Era il 5 gennaio 1986, ben 34 anni fa. Finì pari: 1-1. Entrambi i gol nella ripresa: Barbuti di testa portò in vantaggio l’Ascoli (poi promosso in A), poi il pareggio di Fattori su punizione dal limite. Queste le formazioni. Samb: Braglia, Petrangeli, Schio, Annoni, Cagni, Ferrari (17′ st Di Nicola), Di Fabio, Galassi, Fattori (43′ st Nobile), Manfrin, Ginelli. A disposizione: Mattolini, Bronzini, Ranieri. Allenatore: Vitali. Ascoli: Corti, Destro, Cimmino, Iachini, Perrone, Trifunovic, Marchetti, Bonomi, Vincenzi (30′ st Agostini), Incocciati, Barbuti. A disposizione: Muraro, Giovannelli, Pochesci, Sabadini. Allenatore: Boskov.

Monachello dopo il gol al Cittadella al “Del Duca” nella prima gara del 2018

GLI ESORDI DEGLI ULTIMI 10 ANNI

Questo il bilancio delle prime partite dell’anno nell’ultimo decennio: 2 vittorie (entrambe in trasferta a Frosinone e Bari), 5 sconfitte e 3 pareggi. Ricordiamole. Nel 2010 l’Ascoli di Pillon partì con un roboante 1-5 a Frosinone in notturna (doppiette di Antenucci e Bernacci, e gol di Sommese). Nel 2011, invece, la prima partita dell’anno non fu fortunata per l’Ascoli di Castori sconfitto 2-0 a Trieste. Ancor peggio nel campionato 2012 quando, con identico punteggio (0-2, Lazarevic e Cutolo) l’Ascoli fu battuto al “Del Duca” dal Padova. La prima partita del 2013 si giocò al “San Nicola” di Bari dove i bianconeri guidati da Silva si imposero (0-1) con una rete dell’emergente Zaza. Nel successivo 2014 l’Ascoli, retrocesso in Lega Pro, cominciò l’anno perdendo in casa con il Frosinone (0-1, Curiale): in panchina c’era Giordano. Pareggio a reti bianche (0-0) nel 2015 contro il Teramo di Vivarini. Pesante invece la sconfitta a Chiavari con la quale l’Ascoli di Aglietti aprì il 2016: l’Entella stravinse 4-0 con reti di Masucci, Iacoponi e Caputo (doppietta). Il resto è storia recente. Nel 2017 si partì con un 2-2 a Cesena: per l’Ascoli due rigori trasformati da Gatto e Perez nei minuti conclusivi. L’anno solare 2018 non cominciò bene per i bianconeri superati al “Del Duca” dal Cittadella (1-2): in vantaggio con Monachello, la squadra di Cosmi subì la rimonta dei veneti. Il 2019 iniziò con un pareggio senza gol (0-0) a Cosenza. Vedremo come si presenterà il 2020 dell’Ascoli a Trapani.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X