facebook rss

Ascoli, Ninkovic ci ripensa: no al Bari
perché non vuole scendere in Serie C

SERIE B - Sorpresa del serbo che prende in contropiede chi stava chiudendo la trattativa. Se non cambia idea resterà in bianconero. Per lui primo allenamento del 2020 al "Picchio Village"

Ninkovic

di Bruno Ferretti

Ninkovic è tornato al “Picchio Village” dove ha svolto i primi due allenamenti del nuovo anno con i compagni agli ordini di mister Zanetti. Il serbo, atteso dal Bari del suo ex trainer Vivarini (lo ha allenato prima a Empoli e poi ad Ascoli), si è allenato con gli altri senza commentare in alcun modo lo sviluppo del mercato e il suo ventilato trasferimento al Bari, attraverso il Napoli. Le due società, come noto, sono legate da un rapporto sinergico di mercato. Ninkovic deve scontare la terza e ultima giornata di squalifica presa dopo l’espulsione per proteste con il Pordenone.

La sorpresa del giorno, secondo indiscrezioni raccolte, é che Ninkovic avrebbe manifestato un ripensamento circa la sua destinazione a Bari dove lo aspettano a braccia aperte. Il serbo avrebbe mostrato al proprio procuratore non pochi dubbi in merito all’accettazione di una squadra di Serie C. Un classico ripensamento che ci può stare ma che prende in contropiede chi invece ha portato avanti la trattativa arrivando ai dettagli.

Se Ninkovic non ricambia idea e resta su questa posizione di tifiuto sfumerà il suo passaggio al Bari, attraverso il Napoli. Il bizzoso calciatore serbo, anche in questa circostanza, conferma di avere un carattere particolare, non semplice da gestire. Vedremo gli sviluppi nei prossimi giorni, anzi nelle prossime ore, perché Ninkovic é imprevedibile anche fuori dal campo. Il suo contratto con l’Ascoli, come noto, scadrà fra un anno e mezzo, il 30 giugno 2021.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X