facebook rss

Torna il “Maial Fest”
che quest’anno si “sposa”
con l’anice di Castignano

ASCOLI - Sono attesi ospiti da tutta Italia per partecipare alla tre giorni (17-19 gennaio) dedicata alla riscoperta di un'antica tradizione culinaria abbinata alle bellezze del territorio piceno

Gli organizzatori del Club 41 Ascoli

di Renato Pierantozzi

Le “mmasciate” incontrano l’anice verde di Castignano. E’ questa la novità più gustosa dell’edizione 2020 (la numero 19, ndr) del “Maial Fest” organizzato dal Club 41 di Ascoli presieduto da Nerio Castellano affiancato dal convenore past presidente Corrado Alfonzi, dal segretario Pietro Marini e da tutti i soci. Sono attesi partecipanti da tutta Italia (con i club di Trieste e Torino che hanno già confermato la presenza, ndr) per vivere tre giorni all’insegna delle tipicità locali e per scoprire il territorio con visite guidate anche alla Pinacoteca civica “istituzionalizzate” nel programma ufficiale.

Si inizia venerdì prossimo, 17 gennaio, con il “welcome porky” alla Locanda del Medioevo con l’obbligo di indossare la “parannanza” ufficiale che è diventata un cult al punto da essere collezionata e riprodotta in tutta Italia. La giornata clou sarà quella di sabato 18 con la visita guidata in Pinacoteca e al Museo della Ceramica come prologo al “maial pranzo” che quest’anno si terrà alla “Terra dei Calanchi Piceni” di Castignano dove Giovanni Gagliardi distilla anche l’anice verde speciale che nasce tra le colline. «Le portate a base di maiale -spiega il socio Giuseppe Benigni– saranno anche aromatizzate all’anice verde dalla cuoca Elvira Paoletti».

Non mancherà nemmeno il vino cotto naturalmente aromatizzato all’anice. In serata, infine, è in programma il “pork gala” al ristorante “Le Scuderie” in centro storico. Domenica, per chi vuole, è possibile visitare ad Onna (L’Aquila) il Centro polifunzionale per i giovani sorto dopo il sisma del 2009 grazie anche al Club 41.

Ascoli Maial Fest: le “mmasciate” prendono tutti per la gola (Foto)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X