facebook rss

“La notte dell’uomo nero”,
teatro per ragazzi
che piace anche agli adulti

MONTALTO DELLE MARCHE - Sabato 18 gennaio alla ex chiesa di San Francesco arriva la Compagnia Teatro Accademia di Pesaro con lo spettacolo di Maury Incen diretto da Giovanni Buresta

Sabato 18 gennaio al Teatro Comunale (ex Chiesa di San Francesco) appuntamento con il teatro amatoriale d’autore. Alle 21 andrà infatti in scena “La notte dell’uomo nero” di Maury Incen, per la regia di Giovanni Buresta. Si tratta di un evento organizzato nell’ambito della rassegna organizzata dalla Federazione Italiana Teatro Amatori. Sul palco la Compagnia Teatro Accademia di Pesaro con lo stesso Incen, Fabio Bernardini, Federica Gresta, Anya Bracci, Matteo Bracaccini, Massimo Buonanno Giacomo Domeniconi, Martina Grilli, Monica Marinoni, Davide Pontellini, Tommaso Stella, Tamara Sagajeva e Jonathan Maroncelli.

La Compagnia Teatro Accademia di Pesaro

La trama. Da tempo i bambini hanno smesso di temere l’uomo nero perché gli adulti non ne parlano più. Ma ciò non significa che sia scomparso. Anzi. Durante la notte entra nei sogni e lì porta a compimento le sue fosche trame. Lo spettacolo per ragazzi è nato per sconfiggere le paure che già da piccoli ci preoccupano. Il bene vince sempre. La notte dell’uomo nero è un’affascinante mondo parallelo decisamente da esplorare con i “Guardiani” che ci proteggono: Babbo Natale, la befana, la fatina dei denti, il coniglio pasquale e re carnevale.

«Il 2019 è stato in crescita per la Fita Marche-commenta la presidente Federica Bernardini– con oltre 145 spettacoli e 28 rassegne nei teatri marchigiani. La nostra associazione coinvolge oltre 80 compagnie amatoriali per un totale di 1.000 persone che ogni giorno lavorano per portare in scena la passione per il teatro e le attività artistiche in genere. Nei primi giorni del 2020 sono già attive 7 rassegne teatrali. Il rapporto virtuoso con i comuni e i teatri marchigiani rappresenta un’opportunità per tutto coloro che sono attivi nel campo della cultura e dell’arte».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X