facebook rss

Subito ricoperto lo scavo di via Trebbiani,
per gli studiosi è il “cardo” romano

ASCOLI - Il basolato è già sparito per permettere la ripresa dei lavori. Secondo la Soprintendenza potrebbe trattarsi del principale asse di collegamento "est-ovest" dell'antica città romana

Il basolato romano venuto alla luce in seguito agli scavi

Potrebbe essere il “Kardo” principale, l’asse di collegamento che “tagliava” tutta la città romana in direzione nord-sud, la strada romana trovata in via Elisabetta Trebbiani (leggi l’articolo) durante i lavori di scavo per il nuovo collettore fognario conditi dagli archeologici Luca Speranza e Marco Antognozzi. Secondo gli esperti della Soprintendenza, “il tracciato basolato (cioè pavimentato) probabilmente corrisponde al “Kardo” principale della città, che partiva dal ponte romano di porta Solestà” incrociandosi poi con il “Decumano” (l’asse nord-sud) in base all’urbanistica romana. Era quello che gli archeologi e gli studiosi cercavano da tempo e speravano di trovare proprio in questa zona anche alla luce di quello che era emerso in precedenti “saggi” (leggi l’articolo). Il ritrovamento purtroppo è già stato ricoperto per permettere la conclusione dei lavori che stanno determinando la chiusura al traffico del ponte di Solestà che rappresenta uno degli accessi al centro storico. Resta il ricordo dei pochi fortunati cittadini che l’hanno sbirciando dalle grate del cantiere insieme alle foto e i rilievi condotti anche con le più moderne strumentazioni che saranno utilizzati per approfondire gli studi sulla storia dell’Ascoli romana.

rp

Nuovi reperti medievali in via Trebbiani, ora si cerca il basolato romano

In via Trebbiani spunta l’antica strada romana (Tutte le foto)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X