facebook rss

Sversava liquame nel bosco,
allevatore rischia fino a un anno

COMUNANZA - L'uomo è stato denunciato dopo essere stato colto in flagranza di reato da una fototrappola installata dai Forestali. Migliaia di litri di scarto provenienti dalla sua porcilaia smaltiti illegalmente. Denunciato, può finire in carcere o pagare una maxi multa

Forestali in azione a Comunanza

Violazione alla norma ambientale. Per questo reato un allevatore rischia da 3 mesi a 1 anno di reclusione o una maxi multa da 2.600 fino a 26.000 euro. E’ stato infatti sorpreso dai Forestali nell’atto di scaricare da una cisterna migliaia di litri di liquame suino all’interno di un bosco di quercia roverella poco distante dalla sua porcilaia. L’uomo è stato colto il flagrante grazie ad una fototrappola installata in loco.

Questa suo smaltimento illecito di rifiuti, oltre a produrre danno all’ambiente, gli potrebbe costare dunque caro. Oltre alla pena o sanzione che gli verrà comminata dovrà anche impegnarsi per la bonifica del sito violato.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X