facebook rss

Cambio della guardia
per la diretta streaming
del Consiglio comunale

ASCOLI - Una società siciliana con un ribasso del 29,8% ha scalzato Radio Ascoli dalle riprese delle sedute consiliari
Print Friendly, PDF & Email

Fuori Radio Ascoli, dentro una società siciliana che si è aggiudicata la gara di appalto al massimo ribasso indetta dal Comune sul mercato elettronico della pubblica amministrazione (M.e.p.a). E’ cambiata la ditta incaricata dal Comune per le riprese video e audio in diretta streaming del Consiglio comunale. L’esordio del nuovo gestore è avvenuto in occasione della seduta consiliare del 29 gennaio scorso con le riprese effettuate dall’ascolano Stefano Tisi, artista e produttore musicale di noti artisti come il conosciutissimo Nduccio, che ha poi pubblicato la seduta anche sul suo sito web (qui)La gara è stata aggiudicata con un ribasso del 29,8% sulla base d’asta (420 euro più iva a seduta, ndr) alla ditta A.M.Group srl di Catania seguita da altre due ditte siciliane Alcantara srl (ribasso del 25,5%) e Makertek (24,8%), mentre il gestore uscente ha offerto un ribasso del 16,2%. Il primo bando di gara era stato ritirato dal Comune e poi ripubblicato senza alcune limitazioni come l’iscrizione al Roc (registro operatori della comunicazioni). La prima diretta è stata viziata da un problema audio derivante dal microfono della sala della Ragione che ha reso difficile l’ascolto anche alle persone presenti dal vivo a palazzo dei Capitani.

rp


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X