facebook rss

L’Ascoli scivola al 12esimo posto
scavalcato dal Pescara
ma la classifica è corta

SERIE B - Gli abruzzesi, vittoriosi nel posticipo con il Cosenza (2-1), scavalcano i bianconeri. Abascal ha traghettato molto bene la squadra da Zanetti a Stellone

di Bruno Ferretti

La vittoria del Pescara sul Cosenza (2-1) nel posticipo della terza di ritorno ha fatto scivolare l’Ascoli al 12esimo posto. I bianconeri hanno 30 punti come il Chievo ma in classifica sono dietro avendo perso la scontro diretto a Verona, ovviamente aspettando il confronto diretto del ritorno che potrebbe cambiare la situazione. Il Pescara, con 32 punti, è salito all’ottavo posto, l’ultimo utile per disputare i playoff. A parte il Benevento, ormai in fuga solitaria e probabilmente irraggiungibile, tutte le altre squadre della griglia, dal Pordenone secondo con 35, sono “attaccate” fra loro ovvero divise da 1 o 2 punti. Con 16 partite da disputare e 48 punti ancora in palio può succedere di tutto ma il conto alla rovescia è cominciato e non si può più sbagliare.

La squadra vittoriosa a Livorno

ABASCAL: «RINGRAZIO TUTTI»
«Vorrei cominciare ringraziando i giocatori della prima squadra per aver ricevuto me e il mio staff in questo modo in una settimana difficile. Sincerità e lavoro. Poi aggiungo che sono molto soddisfatto della reazione dei ragazzi della Primavera davanti alle difficoltà. La gestione di un obiettivo comune e il rispetto sono le basi dei successi. Continuiamo a lavorare per creare il futuro dell’Ascoli Calcio». É il messaggio social pubblicato da Guillermo Abascal Perez, il giovanissimo allenatore spagnolo dell’Ascoli che ha guidato la squadra per una settimana dopo l’esonero di Zanetti. Preso in prestito dalla Primavera, con la quale sta dominando il campionato (prima con 7 punti di vantaggio sul Trapani secondo), Abascal ha portato a termine la missione bagnando l’esordio in Serie B con una rotonda vittoria esterna (0-3). Ha traghettato l’Ascoli da Zanetti a Stellone consegnando al nuovo trainer una squadra psicologicamente in ripresa dopo 3 sconfitte consecutive. E adesso, tranquillo e sereno, è tornato fra i ragazzi della Primavera con la consapevolezza di aver fatto fino in fondo il proprio dovere, pronto a riprendere la marcia trionfale al vertice.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X