facebook rss

Caos A14 e disagi, l’appello di Celani:
«Una mozione per la variante sull’Adriatica»

PICENO - Il consigliere l'ha presentata in Regine per chiedere che la "bretella" venga realizzata al più presto in modo da ridurre i problemi di viabilità del territorio: «Una scelta non più procrastinabile»

«Ho appena presentato una mozione avente per oggetto la realizzazione della variante alla Statale 16, affinché la Regione Marche si attivi, di concerto con i Comuni di San Benedetto e Grottammare, e la Provincia di Ascoli Piceno, al fine di definire con urgenza il tracciato della variante in modo tale che si possa procedere alla redazione del progetto esecutivo».

Piero Celani (Foto Andrea Vagnoni)

A dirlo è il consigliere e vicepresidente del consiglio Piero Celani, che parla di una priorità per tutto il territorio da presentare all’Anas e al Ministero delle Infrastrutture per il relativo finanziamento.
«Urge una scelta non più procrastinabile, come è stato dimostrato dagli avvenimenti degli ultimi anni, visto che per incidenti, lavori e quant’altro, l’Autostrada A14 è stata chiusa più volte -aggiunge Celani-. Una scelta, quella di fare la “bretella”, non più rinviabile nel tempo perchè come è noto ormai a tutti, le infrastrutture relative alla viabilità e alla logistica, influenzano significativamente la competitività e la crescita economica dei territori«.
«Il territorio Piceno, è stato colpito ormai da alcuni anni da una profonda crisi economico finanziaria e un consistente investimento in opere pubbliche risulterebbe particolarmente significativo per il settore delle imprese che lavorano nel campo delle costruzioni -conclude Celani-. Pertanto, l’auspicio è che la Regione si faccia carico di fare sintesi insieme agli enti territoriali competenti, per definire il tracciato esecutivo della variante, perchè il territorio rivierasco, e direi tutto il Sud delle Marche, non può più attendere: è anche una questione di vivibilità di questi luoghi».

 

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X