facebook rss

Stellone: «L’Ascoli a La Spezia
con la voglia di stupire»
Brosco, Eramo e Pucino pronti

SERIE B - Un exploit al "Picco" per rientrare in zona playoff e spezzare un antico tabù. Il nuovo allenatore vuole vedere all'opera tutti i giocatori. Dubbi sul modulo. Arbitra Baroni, fischio d'inizio alle ore 18

Mister Stellone

di Bruno Ferretti

«A La Spezia ci aspetta una partita molto difficile contro la squadra seconda in classifica, in piena salute e con tanti buoni giocatori. Noi, invece, siamo nella fase iniziale della mia gestione e abbiamo ancora tanto lavoro da fare insieme per migliorare». Parole di Roberto Stellone dopo l’ultimo allenato della vigilia.

L’Ascoli insegue un exploit per riavvicinarsi alla griglia playoff, persa in seguito agli ultimi risultati negativi. La distanza resta minima.
E anche per spezzare un tabù visto che allo stadio “Picco” non ha mai vinto in passato. Stellone sembra intenzionato a confermare il modulo 4-3-1-2, trasformabile in 4-4-2 come avvenuto con la Juve Stabia nel finale. Il 4-3-2-1 comporta il sacrificio iniziale di una punta, magari Trotta, da utilizzare poi durante la partita in staffetta. Dietro rientrano dai rispettivi infortuni il centrale Brosco e il terzino destro Pucino al posto di  Ferigra e Andreoni. In regia ancora Petrucci oppure il debutto di Eramo, mentre per le altre tre maglie restano in lizza  Cavion, Brlek e Troiano, con Piccinocchi out come Beretta e con i lungodegenti Rosseti e Ranieri entrambi operati al ginocchio.

Morosini

‘Ascoli non ha mai vinto a La Spezia dove pure in passato, ha disputato buone partite. Ma, nel calcio come nella vita, c’è sempre una prima volta. E se arrivasse in questo sabato 15 febbraio? Lo Spezia dispone di attaccanti forti per la categoria come Bidaoui e Nzola e può permettersi lusso di portare in panchina Di Gaudio e Galabinov, entrambi a segno nell’ultimo turno. L’uomo squadra è il mediano Mora che l’Ascoli ha inutilmente cercato al mercato di gennaio, un difensore esperto come Terzi, giovani emergenti come il portiere Scuffet e Marchizza, giunti rispettivamente da Udinese e Roma, i gemelli Matteo e Federico Ricci. L’Ascoli è pronto alla battaglia e non trema. In trasferta finora ha raccolto briciole. É giunta l’ora di invertire la tendenza.

I gemelli Ricci dello Spezia

PROBABILI FORMAZIONI

SPEZIA (4-3-3): Scuffet; Marchizza, Capradossi, Terzi, Ferrer; Matteo Ricci, Bartolomei, Maggiore; Federico Ricci, Nzola, Bidaoui. A disposizione: Krapikas, Desjardins, Vignali, Ramos, Mora, Di Gaudio, Mastinu, Gudjohnsen, Galabinov, Bartolomei, Reinhart. Allenatore: Italiano.

ASCOLI (4-3-2-1): Leali; Pucino, Brosco, Gravillon, Sernivola; Cavion, Eramo, Brlek; Ninkovic, Morosini; Scamacca. A disposizione: Marchegiani, Novi, Andreoni, Valentini, Padoin, Troiano, Petrucci,  Pinto, Matos, Covic, Trotta. Allenatore: Stellone.

Arbitro: Baroni di Firenze (assistenti Avalos di Renate e Soricato di Barletta, quarto ufficiale Marchetti di Ostia Lido).

Stadio: “Picco” di La Spezia, ore 18.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X