facebook rss

L’Ascoli torna ad allenarsi
in vista del match di Pescara,
ma è clima di totale incertezza

SERIE B - Figc, Leghe e Coni stanno lavorando per trovare una soluzione, ma non è facile. Fra le ipotesi: sospensione dei campionati e partite a porte chiuse

Tifosi bianconeri allo stadio “Adriatico”

Nonostante il rinvio della partita con la Cremonese per precauzione in seguito all’emergenza Coronavirus, mister Stellone ha concesso ai suoi giocatori  due giorni di riposo (domenica 23 e lunedì 24 febbraio) fissando la ripresa della preparazione per martedì 25 al “Picchio Village” (ore 15), ovviamente a porte chiuse. Ma il clima di incertezza che regna sovrano in conseguenza del virus sviluppatosi in Cina rende tutto incerto e precario. Non c’è certezza di niente, mentre si allarga il ventaglio delle ipotesi che vanno dalla sospensione del campionato, alle partite a porte chiuse e altre.

Il “Picchio Village”

Il calendario prevede per l’Ascoli il derby con il Pescara, in posticipo, domenica 1 marzo (ore 21) allo stadio “Adriatico”. I vertici del calcio italiano sono in fermento: la giornata odierna è stata caratterizzata da una serie di riunioni in Federazione, Leghe e Coni con la speranza di trovare una soluzione sintesi. Ma non è così semplice data la complessità e la vastità del problema.

Le società di calcio, e l’Ascoli fra queste, attendono disposizioni. Può darsi che in serata arrivino comunicazioni chiarificatrici da parte degli organi competenti.

Bru.Fer.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X