facebook rss

La Valdaso si promuove
con un nuovo spot
(Il video)

IL PROGETTO - Presentazione di #VisitValdaso. Un video per la promozione della valle, realizzato dall’Ecomuseo, 11 comuni a cavallo tra le provincie di Fermo ed Ascoli, dalle Proloco e dalle associazioni
Lo spot

di Monica Mazzarella

Presentato il nuovo spot per la promozione della Valdaso. Un video finalizzato alla promozione della cultura, dell’arte, della gastronomia e della storia dell’intera valle, già presentato alla Bit di Milano.  Il sindaco di Altidona Giuliana Porrà ha sottolineato la presenza di tanti attori del territorio alla presentazione: dai sindaci al presidente di Marca Fermana, le associazioni di categoria del mondo rurale,  il Gal Fermano, il Gal Piceno, Legambiente, Tipicità, gli operatori turistici.

La presentazione dello sport

«Il video è rientrato nel progetto N.e.p.i, che nasce dal nome di uno storico, Gabriele Nepi, che era un preside che ha vissuto nella valle dell’Aso, e il significato dell’acronimo è nutrire l’essere con il piacere delle idee -spiega Porrà-. Questo progetto è stato finanziato dalla Regione Marche con 20.000 euro di investimento che hanno dato un grosso risultato. Inoltre alla collaborazione dell’associazione Belvedere che ha selezionato 20 foto della valle dalla fine dell’800 e gli inizi del 900 si è potuto creare il secondo quaderno dell’Ecomuseo della Valle dell’Aso».

Ercole D’Ercoli, presidente dell’Ecomuseo, realtà riconosciuta a livello nazionale, ha aggiunto: «Sono il presidente, ma il lavoro è di squadra, si sta cominciando a ragionare con un’unica testa e si parla con un’unica voce, mettendo da parte il campanilismo, si esce dall’isolamento. I riconoscimenti sono stati tanti, ma la cosa più bella è che si sta cominciando a fare rete, con un gruppo whattsapp si scambiano idee e soluzioni. Quest’anno l’Ecomuseo parteciperà a tipicità, terrà uno show-cooking con il cuoco Giampiero Dei Piceni, questa partecipazione per farci conoscere meglio dai nostri vicini, perché fuori già ci conoscono,  infatti, confrontandoci su 70 candidature da tutta Italia abbiamo ricevuto un premio prestigioso a Federcultura, siamo stati premiati con la fondazione Aquileia, con il Teatro di Bari e con il museo dell’antica egizia di Torino. Un altro riconoscimento, sarà quello della rete rurale nazionale , arriveranno 70 studenti da tutta Italia per visitare la Valdaso».
«Il turismo è competizione -aggiunge il social media manager del Team Marche, Sandro Giorgetti-. Il 94,5% dei turisti pianificano la meta delle loro vacanze tramite il web, quindi senza un video è impossibile influire sulle scelte, la gente si deve riconoscere in quello che vede, un terzo del tempo che si occupa in rete, è destinato ai video,  il 35% di budget sono utilizzati per i video, oggi il video marketing è diventata l’attività principe».

«Ormai 5 anni fa grazie a un’intuizione politica di Ceriscioli, si è unito turismo e cultura: nel 2018 Rossini, nel 2019 Leopardi, nel 2020 Raffaello e nel 2021 si avrà Sisto V -conclude l’assessore regionale al turismo Moreno Pieroni-.  Non dimentichiamo che il sisma ha provocato un meno 70% di afflusso turistico, perché la regione veniva collegata alla difficoltà del terremoto e nel 2019 siamo riusciti a riportare le presenze a un 5,6% di crescita dal 2015. Le Marche saranno presenti anche su Sky e su Mediaset durante la Champions League, la seconda regione al mondo dal punto di vista attrattivo secondo Lonely Planet. Sono stati già investiti 47 milioni di euro, e ne saranno investiti 167.  Sono scelte politiche, perché stiamo credendo fortemente nel turismo abbinato alla cultura».
A concludere la presentazione è stato Andrea Marsili, il presidente della Turis.Marche di Petritoli che ha realizzato il video- spot.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X