facebook rss

Censire il patrimonio rurale,
ecco la “Banca della Terra”

VENAROTTA - Il Comune lavora al rilancio del progetto che vuole valorizzare strutture come ruderi, fabbricati, coltivazioni e terreni agricoli e boschivi. Obiettivo, un reimpiego futuro volto a esaltare il territorio

Dopo i workshop partecipativi di “VenaRete”, continuano le attività del Comune pronte a valorizzare il patrimonio rurale esistente. La volontà è quella di rafforzare l’iniziativa Banca della Terra, ovvero il censimento volontario di tutte le strutture come ruderi, fabbricati rurali, coltivazioni e terreni agricoli e boschivi disponibili in loco, da vendere, concedere in affitto o in comodato d’uso.

Parte del patrimonio rurale di Venarotta

In collaborazione con l’Ecosportello, riprende l’iniziativa volta a promuovere una nuova forma di rilancio turistico, partendo da quello che il territorio è già in grado di offrire. Ecco dunque la volontà del sindaco Fabio Salvi di rilanciare in maniera capillare l’attività intrapresa a inizio 2018. «Vogliamo recuperare, su base volontaria, informazioni utili sul patrimonio rurale del nostro comune pedemontano e fare in modo di sfruttarlo al meglio per valorizzare il territorio -spiega il primo cittadino-. Luoghi di diverso tipo, ruderi, terreni e coltivazioni, noi stiamo già pensando a loro reimpiego futuro».

Il sindaco Salvi

Nei prossimi mesi saranno infatti restituite al pubblico le linee guida per i futuri progetti di promozione turistica che sono emersi dai due workshop partecipativi di “VenaRete” del 12 e del 19 febbraio, al quale l’attuale amministrazione sta già lavorando concretamente.
Ogni cittadino può segnalare un suo bene che intende vendere, affittare, riconvertire, dare in comodato, utilizzare in maniera innovativa e originale. Può segnalare terreni, ruderi, altri immobili e/o coltivazioni ritenute importanti. La segnalazione entrerà nella Banca della Terra e servirà a far incontrare domanda e offerta. La segnalazione sarà utile per informare gli interessati su bandi, iniziative del piano di sviluppo rurale, soddisfare le richieste di investitori e di ogni altra figura interessata.
Per partecipare occorre scaricare il modulo di adesione dal sito http://www.comune.venarotta.ap.it/  oppure ritirarlo in comune, compilarlo in ogni sua parte e consegnarlo compilato, mandando una mail a ecosportellovenarotta@gmail.com o a urp@comune.venarotta.ap.it, oppure direttamente di persona agli sportelli comunali.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X