facebook rss

Coronavirus, un libro
presentato virtualmente

GROTTAMMARE - E' quello di Alessandra De Angelis per "Sguardi di donne", intitolato "Magiche Metamorfosi". L’organizzazione provvederà a ricollocare nel calendario delle manifestazioni cittadine gli appuntamenti sospesi

Pillole virtuali dalla rassegna dedicata alla “Giornata internazionale della donna”. Il comitato organizzatore della rassegna “Sguardi di donne” non si arrende e alla sospensione di tutte le attività e manifestazioni culturali risponde presentando “virtualmente” il libro “Magiche Metamorfosi” di Alessandra De Angelis.

La scrittrice figurava tra le ospiti dell’incontro previsto per l’8 marzo, sospeso come tutti gli altri appuntamenti nell’ambito delle misure di contenimento del diffondersi del Coronavirus. “Magiche metamorfosi” nasce dal desiderio di ricordare una donna di grande forza, l’architetto Giovanna De Angelis. “La vita le aveva dato poco – si legge nella nota esplicativa – ma quel poco lei lo aveva trasformato in tanto, come se conoscesse i segreti dell’alchimia”.

Magiche metamorfosi è la storia di cinque donne di una stessa famiglia, che si avvicendano in un unico viaggio, e questo, nonostante il limite temporale delle generazioni. Attraverso un confronto, spesso sofferto, viene evidenziata l’importanza del carattere individuale che, è più forte dei condizionamenti imposti, poi assunti come abitudini. La protagonista, è la prima della sua famiglia a ribellarsi, a svegliarsi dal torpore di una lunga catena di influenze e limitazioni. Il suo risveglio, o se vogliamo l’ispirazione, le arriva da sua zia morta prima che lei nascesse e da cui ha ereditato il nome Stella -, che con il suo grande carisma, le illumina la strada dall’alto di un mondo parallelo.  La giusta direzione da prendere, per non smarrirsi, è quella di seguire la vocazione individuale, che in psicologia chiamano anche daimon, genio e anima. Attenti però, a non confondere i doni, che in ogni caso bisogna nutrire e vivere, con la vocazione, che è si un dono, ma ‘un dono che scalcia’.

La rassegna “Sguardi di donne” è organizzata dalla Consulta per le pari opportunità del Comune di Grottammare e dall’assessorato all’inclusività sociale. Il programma si compone di otto appuntamenti che l’organizzazione provvederà, ove possibile, a ricollocare nel calendario delle manifestazioni cittadine.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X