facebook rss

Stop al campionato di C,
la Samb sospende gli allenamenti
fino al 16 marzo

SERIE C - Il ds Fusco: «La decisione era nell'aria, ci atteniamo alle disposizioni del Governo. Oggi i ragazzi si sono allenati e riprenderanno a farlo lunedì prossimo. In questi giorni ci aggiorneremo quotidianamente sul da farsi»

di Benedetto Marinangeli

Dopo lo stop decretato dal Coni e il niet del decreto del presidente del Consiglio dei Ministri di ieri sera sullo svolgimento delle manifestazioni sportive, è arrivata anche la decisione ufficiale della Lega Pro che ha disposto ufficialmente, con una nota del presidente Francesco Ghirelli  il rinvio delle gare del campionato di Serie C fino al prossimo 3 aprile. La nuova programmazione delle singole gare, in merito al giorno e all’ orario di svolgimento, sarà resa nota con successivi comunicati ufficiali.

Fusco e Palma, diesse e segretario della Samb

La Samb era in attesa di una comunicazione ufficiale dagli uffici di Firenze ed allora  la dirigenza ha deciso di sospendere tutte le sedute di allenamento della prima squadra fino a lunedì prossimo 16 marzo. Qualche giorno fa, poi, tutti i tesserati della Samb hanno dovuto firmare un’ autocertificazione in cui attestavano  la loro buona condizione fisica, consegnandola alla Lega Pro che ieri ha inviato a tutti i club di Serie C un vademecum da seguire per la sospensione del campionato.

Domenica scorsa, infine, Rapisarda e compagni hanno avuto un incontro con lo staff medico del club rossoblù per tracciare le linee guida da seguire nell’ emergenza coronavirus. Sulla sospensione del campionato è intervenuto sul sito ufficiale della Samb il diesse Pietro Fusco. «La decisione – dice – era nell’aria. Prendiamo atto della decisione del Governo e ci atteniamo alle sue disposizioni. L’attività della squadra subirà uno stop. Oggi i ragazzi si sono allenati e riprenderanno a farlo lunedì prossimo. In questi giorni, però, ci aggiorneremo quotidianamente sul da farsi. In questo momento non ho alcun consiglio da dare anche perché non ne ho facoltà. Dobbiamo solo attenerci alle direttive del Governo per far si che tutto torni nella normalità. Tutti siamo responsabili – conclude Fusco – e faccio un appello al senso civico di ognuno di noi per restare a casa e mettere in pratica le norme emanate e quindi fare di tutto per tornare al più presto alla normalità».

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X