Quantcast
facebook rss

Aggredì la madre,
torna in libertà

ASCOLI - Lo ha stabilito il giudice Rita De Angelis nei confronti del giovane sambenedettese che nel nel gennaio del 2019 ferì la donna nel corso di una lite scoppiata all'interno dell'abitazione
...

L’interno del Tribunale di Ascoli

E’ tornato in libertà vigilata il giovane sambenedettese (F.L) che nel gennaio del 2019 aggredì con una coltellata la madre a seguito di una lite scoppiata all’interno dell’abitazione di famiglia. Il gup Rita De Angelis ha accolto la richiesta presentata dagli avvocati difensori Umberto Gramenzi e Alessandro Mariani. Il giovane era stato recluso in una struttura protetta del pesarese in attesa dell’esito del processo che si sta svolgendo, con il rito abbreviato (leggi l’articolo), al tribunale di Ascoli.

L’avvocato Alessandro Mariani

L’udienza per la discussione era in programma stamattina, ma visto che è venuta meno la misura restrittiva a carico del giovane è stata spostata al 9 giugno anche in considerazione dell’emergenza Covid-1. La difesa ha fatto acquisire anche la relazione del consulente di parte, il medico legale ascolano Romualdo Tosti Guerra, in cui si evidenzia che i colpi inferti alla madre non sarebbero stati comunque letali. In precedenza anche il consulente del giudice, il direttore del Sert Marco Quercia, aveva giudicato “attenuta” la pericolosità sociale del giovane (leggi l’articolo).

rp


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X