Quantcast
facebook rss

Alloggi Peep, il riscatto
per diventare proprietari

ASCOLI - La giunta ha approvato la procedura che consente il riscatto a ben 1.584 titolari di immobili. L'atto va in Consiglio comnale. Il sindaco Fioravanti: «L'abitazione acquista anche maggior valore economico». Il vice sindaco Silvestri: «Da troppo tempo ci sono tante situazioni sospese»
...

Palazzo Arengo

Potranno diventare proprietari a pieno titolo ben 1.584 intestatari di alloggi popolari. La giunta comunale di Ascoli ha approvato il “Regolamento per la determinazione del corrispettivo per la trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà”.

«Si tratta di un regolamento – spiega il sindaco Marco Fioravanti – che offre ai cittadini proprietari di alloggi in area Peep (Piani per l’edilizia economica e popolare) l’opportunità di acquistare l’area su cui è costruito l’immobile di proprietà diventando così a tutti gli effetti proprietari dell’immobile in questione».

«Il regolamento – continua il rimo cittadino – permette infatti di quantificare il riscatto dovuto per trasformare il diritto di superficie in diritto di proprietà: in questo modo non solo il cittadino diventa a tutti gli effetti proprietario della sua abitazione o del suo immobile ma la stessa abitazione o lo stesso immobile acquistano anche maggior valore economico».

Il sindaco Fioravanti (Foto Vagnoni)

Il regolamento sarà presto portato in Consiglio comunale. «Come Amministrazione – fa presente sempre Fioravanti – abbiamo tenuto conto delle difficoltà manifestate dal mercato immobiliare, dell’inasprimento della fiscalità immobiliare e dell’eccezionale periodo di crisi economica che ha interessato soprattutto le famiglie con reddito medio-basso.Il regolamento risponde pertanto a una concreta esigenza manifestata da tanti cittadini che potranno finalmente diventare a tutti gli effetti proprietari del loro immobile».

A essere interessati dalla procedura saranno i proprietari di ben 1.584 abitazioni dislocate sull’intero territorio cittadino e in particolare nelle zone di Monticelli, Poggio di Bretta, Borgo Solestà, Marino del Tronto e Venagrande. Saranno altresì interessati anche i proprietari di 1.288 box o garage, 75 magazzini, 16 negozi e 12 uffici.

«Tante situazioni sospese ormai da troppo tempo potranno finalmente trovare una valida soluzione – aggiunge Gianni Silvestri, vice sindaco e assessore all’Urbanistica – per venire ulteriormente incontro a un’esigenza manifestata da tanti cittadini, abbiamo previsto due differenti tipologie di pagamento: quanto dovuto potrà essere corrisposto in un’unica soluzione o dilazionato in tre rate, da versare entro i 12 mesi dalla notifica del corrispettivo netto da parte del Comune. Ringrazio – continua – il dirigente Loris Scognamiglio, responsabile del settore urbanistica, e l’ingegner Maurizio Piccioni per l’encomiabile professionalità dimostrata nel coordinare questi lavori, che permetteranno a tanti cittadini di diventare a tutti gli effetti proprietari dei loro immobili».

L’assessore Silvestri (Foto Vagnoni)

I soggetti che possono fare richiesta di trasformazione in diritto di proprietà sono i proprietari (acquisto da imprese) o gli assegnatari (soci di cooperativa) degli immobili realizzati su aree comprese nei Piani di Edilizia Economica e Popolare (Peep) concessi in diritto di superficie.

La formale richiesta di acquisto di area Peep, già concessa in diritto di superficie, potrà essere presentata mediante l’utilizzo dell’apposito modulo predisposto dal Comune il quale, ricevuta tutta la documentazione, provvederà poi al calcolo del corrispettivo netto e agli adempimenti necessari propedeutici al perfezionamento dell’atto di cessione.

Il termine di validità dell’offerta è di dodici mesi che decorreranno dalla data di ricevimento della comunicazione inviata dal Comune unitamente al modulo di accettazione mediante il quale il richiedente potrà esprimere l’accettazione della proposta formulata e scegliere la modalità di pagamento più congeniale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X