Quantcast
facebook rss

Il Comune di Colli
vara il pacchetto “salva imprese”

FASE 2 - L'amministrazione guidata dal sindaco Andrea Cardilli ha deciso di stanziare fino a 60.000 euro per lo sconto Tari alle aziende locali. In vista anche l'estensione dell'occupazione del suolo pubblico. «Nessuno deve restare indietro»
...

Il sindaco Andrea Cardilli durante la consegna del respiratore all’Ospedale di San Benedetto

Fino a 25 mila euro di sconto sulla Tari per le imprese più grandi (1.000 per le più piccole), notebook agli studenti sprovvisti per la didattica a distanza, pacchi viveri e aiuti ai più bisognosi. E’ il pacchetto messo a punto dal Comune di Colli del Tronto guidato dal sindaco Andrea Cardilli per far fronte alla Fase1 e ora alla Fase2 dopo il lockdown. «Per la ripartenza della nostra comunità -commenta Cardilli – è giunto il momento di pensare alle aziende. Queste devono riattivarsi con slancio e forza. In questo momento difficile, in cui le attività, dopo uno stop forzato dovuto al coronavirus, si stanno approcciando alla riapertura con oggettive difficoltà, le misure che metteremo in atto saranno di fatto di sostegno anche per l’occupazione».

Nel dettaglio, come saranno aiutate le aziende che hanno sede nel territorio comunale college? All’orizzonte ci sono sgravi come l’abbattimento della Tari, per esempio fino ad un massimo di 1.000 euro per gli esercizi commerciali, e fino a 20/25 mila euro per le aziende più grandi di Colli. Previsto, infatti, uno stanziamento di bilancio di circa 60 mila euro per coprire gli sgravi. «Inoltre – continua Cardilli – stiamo prendendo in considerazione di dare un sostegno agli esercizi commerciali che pagano l’affitto qualora non lo facesse il governo Governo».
In passato l’amministrazione ha già messo in campo diverse misure a sostegno dell’economia del paese: il rimborso di parte dell’affitto per chi apre nel centro storico; l’esenzione del pagamento della Tari di 3 anni, per le nuove attività; 3 mila euro per chi assume un residente di Colli, tempo indeterminato e 1500 a tempo determinato.

«Da quest’anno – precisa il sindaco – stiamo prevedendo un rimborso di parte dell’affitto anche per le aperture di Colli bassa». Inoltre per ristoranti e bar, che saranno obbligati a dimezzare i posti all’interno delle proprie attività, sarà possibile usufruire sia del suolo pubblico sia di quello esterno privato in maniera totalmente gratuita. «Lo diciamo sin dall’inizio della diffusione del Convid -19 – conclude Cardilli – non permetteremo che nessuno resti indietro».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X